Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ligorna: quinto risultato utile di fila. La Lavagnese torna a perdere risultati

Classifica che inizia a preoccupare i tifosi bianconeri. Sul nuovo campo, i biancoblù non vanno oltre lo 0-0 con la Lucchese

Giornata numero 8 per la Serie D che non è stata risparmiata dai rinvii causa allerta meteo con Sanremese, Savona e Verbania che non sono potute scendere in campo con regolarità. Salve le genovesi invece con il Ligorna che ospitava una delle nobili decadute, la Lucchese. Rossoneri che comunque non sono partiti molto bene in campionato e che hanno collezionato fin qui solo una vittoria.

Sul nuovo manto sintetico del Ligorna le squadre si dividono il primo tempo senza emozioni epocali. Si fa vedere per prima la squadra ospite con Nannelli che calcia in corsa all’11°, para Bulgarelli. Si fa vedere anche il Ligorna che reclama un rigore sullo scadere quando Pondaco viene messo giù sul vertice sinistro dell’area, l’arbitro fischia, ma assegna la punizione invece del tiro dal dischetto. Il tiro si infrange sulla barriera e si va al risposo.

Nella ripresa cambia poco, anche se sono i toscani a spingere maggiormente. Al 63° una delle migliori occasioni biancoblù nasce dal neo entrato Mancini che si gira alla grande in area lasciando sul posto due uomini serve Ferrante che da due passi in sostanza regala la sfera all’estremo difensore ospite. La gara si trascina fino alla fine con uno 0-0 che alla fine è il risultato più giusto che è anche il quinto a punti per la squadra di Monteforte, anche se ora si attende qualche vittoria.

Tre punti che mancano anche alla Lavagnese, squadra giovane e in netta difficoltà. Dopo la bella vittoria di sette giorni fa con il Seravezza si pensava che la trasferta di Fossano potesse portare almeno un punto alla causa bianconera. Invece i cuneesi si prendono tutto e lo fanno con merito grazie anche ad un Sangare in super forma. Primo tiro che è dei liguri con Bonaventura che chiama alla parata Merlano dopo due giri di lancetta. Al 20° Nassano deve scaldare i guanti sul colpo di testa ravvicinato di Galvagno e sei minuti dopo si sblocca la gara. Scatta Sangare in profondità, si difende da Di Vittorio e calcia a botta sicura fulminando Nassano. Al 41° il raddoppio è ancora dell’attaccante piemontese che dal limite dell’area lascia partire una conclusione imprendibile per il portiere bianconero. 

Nella ripresa ci si aspetta una Lavagnese arrembante, invece è la squadra biancoazzurra a sfiorare il tris con Romani che da ottima distanza calcia colpendo in pieno la traversa. Ci prova Edoardo Oneto, ma poco convinto e il portiere fossanese non fatica a disinnescare. Gara che i padroni di casa conducono fino al triplice fischio senza patemi e una Lavagnese troppo confusa e poco incisiva alla quale serve decisamente un cambio marcia.