Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lavagnese: finalmente la millesima vittoria. Ligorna al quarto risultato utile di fila risultati

Giornata positiva per le due genovesi che muovono la classifica

Si muove finalmente ed in modo significativo la classifica per le due genovesi impegnate nel Girone A di Serie D. Dopo il ko rocambolesco nel derby, la Lavagnese trova la reazione e la prima fondamentale vittoria della propria stagione che corrisponde peraltro alla 1000^ della storia bianconera. Al Riboli arrivava il Seravezza squadra quadrata che ha alternato, però risultati alti e bassi. 

L’atteggiamento è sicuramente diverso da altre giornate fatto che forse aiuta anche la buona sorte visto che il primo gol arriva sulla respinta del portiere Mazzini ad un tiro di Bagnato che diventa ottima per Edoardo Oneto che da posizone ottima infila facilmente al quarto d’ora di gioco. I toscani provano a replicare con Frugoli che cerca il gol dell’ex ma Nassano disimpegna alla grande. Al 36° arriva il raddoppio dei locali quando il passaggio di Oneto viene intercettato con il braccio da Maccabruni. Inevitabile penalty che Avellino trasforma ancora dopo quello realizzato mercoledì. 

Si va alla ripresa con la Lavagnese che controlla con autorevolezza e il Seravezza che ci prova, ma con poco ordine e soprattutto poche idee. Al 61° Oneto ci prova dalla media distanza, ma il portiere respinge. Al 71° ecco il tris bianconero con Alluci che di precisione la mette nell’angolino dove Mazzini, estremo difensore ospite non riesce ad arrivarci. Da qui la squadra di Nucera tira il fiato e nei minuti finali Bacigalupo commette fallo su Granaiola che poi si incarica di trasformare il rigore del definitivo 3-1. Vittoria fondamentale e che da tanta fiducia ai bianconeri per i prossimi impegni.

Situazione simile in casa Ligorna che pur non vincendo a Borgosesia ottiene un pareggio che vuol dire quattro risultati utili di fila. Nella domenica che precede il rientro a Genova nel  proprio stadio per i biancoblù. Primo tempo con i genovesi che prendono il controllo del gioco, ma faticano a farsi vedere in zone pericolose ed anzi dopo appena 7’ una deviazione sfortunata di Danovaro elude l’intervento di Bulgarelli che deve raccogliere il pallone nel sacco per la gioia dei piemontesi. Nel secondo tempo i locali non fanno granché per chiudere la gara e al 68° Mancini, appena entrato viene imbeccato in profondità, controlla e fredda Iali. Da qui è un monologo genovese, ma il risultato non cambierà più e nonostante un pelo di rammarico un punto serve alla causa dei ragazzi di Monteforte.