Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Apparizione trova la terza vittoria ed è sola in testa. Disastro Davagna risultati

Tanti gol e spettacolo nel derby fra Montoggio e Crocefieschi. Poker per Lido Square e Begato

Terza giornata di campionato per la Seconda categoria Girone C che vede solo l’Apparizione a punteggio pieno. I bianconerazzurri hanno avuto la meglio su un Voltri 87 che invece non riesce ancora a sbloccarsi dallo “0” in classifica. I padroni di casa trovano il gol al 17° con un calcio di rigore per l’atterramento di Cuccaro. Dal dischetto Orellana non sbaglia. L’Apparizione capisce che il momento è buono e spinge sull’acceleratore, ma Bracci chiude tutti i varchi. 

I voltresi reagiscono alla mezzora con D’Aloisio che svetta di testa, ma la palla sbatte sul palo e sfuma l’occasione. Si va al riposo con il minimo vantaggio dei bianconerazzurri, ma il Voltri è in partita e inizia la ripresa all’attacco con Annibali chiamato agli straordinari su Fedri due volte. Al 65° episodio importante con Della Casa che reagisce ad un fallo e viene espulso lasciando i suoi in dieci uomini. Al 68° sale in cattedra Bojang che si beve mezza difesa voltrese e insacca. L’ultimo degli ospiti ad arrendersi è Fedri, ma non ha fortuna, così ancora Bojang è pronto sulla palla rasoterra solo da mettere alle spalle di Bracci per il definitivo 3-0. Inizio di stagione sfavillante per l’attaccante africano che firma il sesto gol in appena tre gare.

Gara spumeggiante fra Montoggio e Crocefieschi nel derby della Valle Scrivia giocata in anticipo. Parte forte la squadra ospite che al 5° è gia avanti grazie alla zampata di Sbardellati. Al 26° si torna in parità con un calcio di rigore trasformato da Salah. Alla mezzora brutto infortunio per Proietti che deve lasciare il campo in ambulanza, quando si riparte Riccelli ha una buona occasione, ma il palo gli nega la gioia del gol.

Si va alla ripresa in parità, ma è nel secondo tempo che la gara si infiamma a tutti gli effetti con Pistoia, entrato al posto di Proietti, che trova la gran botta al 50° e riporta avanti i blucelesti. Dieci minuti dopo due rossi lasciano le squadre in dieci. Sassu e Callero vengono quasi alle mani, l’arbitro li manda sotto la doccia. Passa un minuto ed il Montoggio torna in parità con Delucchi. Al 65° i locali ribaltano tutto con un calcio di rigore guadagnato da Morando e trasformato da Trofin. Il Crocefieschi poi si complica la vita perché resta addirittura in 9 per il secondo giallo rimediato da Simonini  ed al 73° Morando arriva puntale in area su un bel pallone di Zubani e firma l’allungo decisivo. Infatti il Crocefieschi non molla e trova il terzo gol su rigore con Angius, ma nonostante al 90° si torni in parità di uomini (rosso anche a Salah), non c’è più tempo per gli ospiti di tornare in gara e il Montoggio fa festa.

Gara molto bella e combattuta anche a Pieve Ligure dove arriva il Vecchio Castagna. Gara che nel primo tempo scorre equilibrata. Al 35° arriva il vantaggio dei padroni di casa con Mendez, ma i gialloblù riescono a rimetterla in pari prima della pausa con la girata di Goglia proprio nel recupero. Il Pieve, però riesce a rimettersi davanti al 50° con una bella punizione di Files, ma nuovamente una dormita difensiva consente a Iencinella di deviare la sfera al 65° su calcio d’angolo e si va sul 2-2. La gara resta in equilibrio e nella sua fase centrale vede le squadre timorose di subire un gol che si potrebbe rivelare decisivo. Così sarà infatti perché all’87° ancora Iencinella marca visita con una gran conclusione dal limite che Alinovi non riesce e deviare. Finisce quindi 2-3 con una fondamentale vittoria in rimonta per il Vecchio Castagna.

Vola l’Atletico Genova che travolge il Davagna con sei reti in una gara che dura appena mezzora. Al 30° infatti inizia la goleada dei rossoblù che la sbloccano su punizione con Bocchiardi. Al 44° il raddoppio è di Ieraci. Si va alla ripresa, la reazione del Davagna è pari a zero, così arrivano in rapida successione altri due gol degli ospiti ancora con Bocchiardi e con Perazzo. Gara chiusa al 55° sullo 0-4, ma non basta perché Ieraci trova la doppietta al 65° e a 10’ dalla fine un rigore di Terramagra firma un pesante 0-6 che non lascia scuse ai biancorossi fermi ad 1 punto.

Bella affermazione anche per il Begato che trova la seconda vittoria e resta imbattuto, a spese del Borgo Incrociati che parte forte, ma cala alla distanza e dopo un paio di occasioni in avvio, deve inchinarsi alla punizione perfetta di Rizza che si infila sotto l’incrocio. Il gol, però risveglia gli ospiti che trovano due minuti dopo, l’immediato pareggio con Brolis, servito in profondità con una punizione. Colpo di testa e 1-1. Il Borgo poi ha la possibilità di ribaltarla addirittura, quando Mauro in uscita abbatte Ivaldi. Serpe, però dagli 11 metri si fa ipnotizzare dal portiere che si riscatta subito ed evita il gol. 

È l’evento che cambia la gara, perché il Begato ricaricato moralmente torna avanti al 40° dopo una pressione molto forte che consente a Marcenaro di ribadire in rete dopo una respinta del portiere. Passano due minuti e arriva anche il terzo gol con Mascia che sfrutta un errore difensivo del Borgo e infila Olguin per il tris. Il Borgo accusa il colpo anche nel secondo tempo, e il Begato ha buon gioco nel contenere una reazione piuttosto timida degli ospiti. Al 57° si chiude la partita: Mascia scatta in area su lancio dalle retrovie, controlla e batte ancora Olguin. Al 65° gli ospiti provano a riaprirla su rigore. Stavolta calcia Brolis che supera Mauro. Da qui è un monologo ospite che spinge forte, ma non riesce più a scalfire la difesa del Begato che alla fine si impone 4-2.

Quattro reti sono utili anche al Lido Square per battere il Bavari in una partita da subito emozionante. Arrivano in rapida successione infatti prima i due legni dei locai con Rossi e Ruffa, poi lo stesso numero 10 trova il gol dell’1-0 per i praesi dopo appena dieci minuti. La risposta ospite sta in una conclusione potente di Bellotti che al quarto d’ora “spacca” il palo di Ruffa. La gara rallenta poi nella sua fase centrale, ma si riaccende nel finale di tempo con Ndiaye che trova un importante gol per andare sul 2-0.

Nella ripresa il Lido cerca di amministrare, il Bavari non riesce a rendersi pericoloso e Rossi al 60° trova il tris biancoblù. Dieci minuti dopo finalmente anche gli ospiti riescono a bucare la difesa avversaria con Caprile su corner, ma è tutto inutile anche perché la rimonta del Bavari si ferma qui e Rossi firma la doppietta a 5’ dalla fine per il 4-1 conclusivo.

Infine l’unico segno “X” sulla schedina è quello fra Cornigliano e Ravecca, anche se gli ospiti devono fare mea culpa per il rigore sbagliato al 20° da Monticone che calcia fuori il gol del possibile 1-1. I corniglianesi infatti erano passati in vantaggio al 14° con Filippone. Il pari arrivà comunque nel finale di gara con la zampata dell’esordiente Lorenzo Barone che toglie le castagne dal fuoco per i biancoblù.