Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Lavagnese va ancora ko e la classifica fa paura. Ligorna abbonato al pari risultati

La classifica dei bianconeri parla chiaro e spaventa i tifosi, mentre i genovesi sono al sesto risultato utile consecutivo

Sarà sfortuna, sarà un momento negativo, ma fatto sta che la Lavagnese rischia grosso. I bianconeri di Nucera nella partita con la Caronnese devono incassare la quinta sconfitta su nove gare giocate della propria stagione. I lavagnesi restano al terz’ultimo posto, ma rischiano di scendere addirittura al penultimo qualora il Bra dovesse vincere il recupero col Savona. Nonostante ancora una volta la Lavagnese non giochi male, mancano i gol che puntualmente vengono fatti dagli avversari. Si aggiunga che l’espulsione di Alluci al 32° non aiuta i bianconeri a giocarsela con una delle pretendenti alla vittoria finale e una parata strepitosa di Porro che nel finale di tempo para un tiro a botta sicura di Oneto, faccia capire che si tratta dell’ennesima giornata storta. Decisivo il gol di Porcino al 63° su assist di Curci. Nonostante intorno al 75° si ristabilisca la parità in campo per il secondo giallo di Potzolu non riesce la rimonta ligure con la migliore occasione che capita a Bellucci all’87° con un bel colpo di testa che sfiora il palo.

Va in doppia cifra il Ligorna (10 punti in classifica) invece che nonostante non riesca trovare la vittoria, è al sesto risultato utile consecutivo. Una squadra sicuramente meno spumeggiante e ispirata in attacco dello scorso anno, ma che si dimostra coriacea e difficile da scardinare. A Ghivizzano termina 1-1 una partita fra due squadre alle quali alla fine va bene così perché ogni punto vale oro nella corsa alla salvezza. Partita che nel primo tempo fatica a decollare con molti confronti a metà campo. Ci provano nel finale Marin di testa, ma Bulgarelli respinge, mentre per i biancoblù Corsini viene chiuso bene dal portiere locale. Nella ripresa il Ligorna trova il gol al 64° proprio con Corsini che è rapido a ribadire in porta un tiro di Gnecchi respinto dal palo. Gioia effimera dei genovesi che dieci minuti dopo vengono raggiunti dall’inzoccata di Fomov su corner per l’1-1 che sarà il punteggio finale.