Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Grandi opere, Renzo Piano: “Non temo la lentezza di Genova, è prudenza”

Parla l'architetto che ha donato alla città tre progetti, ancora tutti da completare

Più informazioni su

Genova. “Non temo la lentezza di Genova, la lentezza di Genova è prudenza, Genova è una città prudente, lo sappiamo. Una città prudente, parsimoniosa, silenziosa, ho sempre considerato questi valori, il silenzio, la prudenza e la parsimonia, dei grandi valori”. Così l’architetto Renzo Piano stamani durante un sopralluogo al cantiere per la costruzione del primo canale d’acqua del progetto del Waterfront di Levante commenta la lentezza con cui a Genova si realizzano le grandi e piccole opere.

“Il muoversi prudentemente non è così grave purché si riescano a fare le cose e visto che si fanno, evidentemente silenzio, prudenza e parsimonia sono qualità vincenti” aggiunge. Nel 2015 Piano donò a Genova il progetto per la ricostruzione della Torre Piloti, nel 2017 donò al Comune di Genova il progetto di riqualificazione del Waterfront di Levante, nel 2018 quello per la ricostruzione del ponte Morandi. Gli ultimi due sono in corso di realizzazione, il primo dovrebbe partire a fine 2020.

Oggi durante il sopralluogo al cantiere del Waterfront è stato annunciato dal governatore ligure Giovanni Toti e dal sindaco di Genova Marco Bucci che la prima parte dei lavori sarà realizzata nei primi mesi del 2020 con l’apertura di un canale navigabile.