Genova sarà capitale europea dello sport 2024, Bucci: "Un'altra grande sfida" - Genova 24
Obiettivo raggiunto

Genova sarà capitale europea dello sport 2024, Bucci: “Un’altra grande sfida”

Vittoria a pari merito con Glasgow, arriveranno finanziamenti per gli impianti sportivi

torrente sturla vegetazione e vipera

Genova è stata designata “Capitale europea dello Sport 2024”. A deciderlo è stata Aces Europa, la Federazione delle Capitali Europee dello Sport. La scelta porterà a Genova fondi europei per ristrutturare impianti e risorse per dare impulso all’economia turistico-sportivo. Il capoluogo ligure è arrivato a pari merito con la scozzese Glasgow, che si aggiudica il riconoscimento nel 2023.

“Dopo esserci aggiudicati l’edizione 2022 della The Ocean Race di vela – dice il sindaco Marco Bucci – arriva un’altra grande sfida per Genova. Una sfida organizzativa ma soprattutto un’altra occasione per promuovere la città in tutta Europa. Ma anche un’altra testimonianza di come l’amministrazione comunale sia attenta ai grandi eventi sportivi”.

“Essere città europea dello Sport per il 2024 – sottolinea il governatore Giovanni Toti – è una grande vittoria, frutto di un importante lavoro di squadra che caratterizza la nostra azione di governo. Un traguardo prestigioso che sarà volano per l’economia della città”.

“Un traguardo veramente importante, quello raggiunto da Genova – sostiene il consigliere delegato allo sport Stefano Anzalone -. Voglio condividere questa gioia con tutte le società sportive perché abbiamo saputo fare squadra ed essere convincenti. Ciò porterà una programmazione dei fondi europei necessari a ristrutturare gli impianti sportivi rendendoli più moderni, ma soprattutto nuove risorse economiche sul territorio per dare impulso all’economia turistico sportiva”.

Per l’assessore regionale allo Sport Ilaria Cavo e l’assessore regionale alla Sanità Sonia Viale “questo anno dovrà essere vissuto come quello delle tante società sportive, del professionismo e dello sport per tutte le età. Ovvero lo Sport inclusivo, come stile di vita per tutti. Questo è lo spirito che ha fatto della candidatura un progetto vincente”.

Più informazioni