Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Festival Nuovo Cinema Europa, in arrivo la decima edizione

Prendono inoltre il via quest'anno le giornate di approfondimento sul cinema europeo contemporaneo

Genova. Dall’11 al 18 ottobre il CineClub Nickelodeon (via della Consolazione 1) ospita il Festival Nuovo Cinema Europa, appuntamento cinematografico internazionale dedicato alle opere prime europee, con una settimana di film in lingua originale sottotitolati in italiano, dibattiti, incontri, eventi e progetti per le scuole, per un totale di 21 proiezioni, di cui 16 lungometraggi, 5 corti, 9 film in concorso, una mostra e una giornata speciale dedicata a Genova e alla Liguria.

Curato dall’associazione culturale Profondità di Campo, con la direzione artistica e organizzativa di Angela Ferrari, l’evento è organizzato con gli Istituti Europei di Cultura (Alliance Française Galliera de Gênes, Institut Français Italia, Centro Ceco di Roma, Centro Culturale Italo-Austriaco, Forum Austriaco di Cultura, Goethe-Institut Genua, Istituto Yunus Emre – Centro Culturale Turco di Roma), con il sostegno del Comune di Genova nell’ambito di “Genova Città dei Festival” e il patrocinio di Regione Liguria, Università degli Studi di Genova e Glfc – Genova Liguria Film Commission.

Il tema scelto per la decima edizione è confini, declinato nei suoi molteplici significati. Sono i confini fisici e geografici, quelli dei paesi che si trovano tra due diversi continenti, ma anche i confini intangibili con cui ci confrontiamo quotidianamente, i confini tra ciò che possiamo e ciò che vogliamo fare, tra sport e competizione estrema, i limiti che forse non vogliamo superare, o ancora i confini intesi come occasione di dialogo tra cinema, musica, arte e teatro.

La decima edizione verrà inaugurata venerdì 11 alle 18 al Museo Biblioteca dell’Attore (in via del Seminario 10), con la mostra fotografica “Bepi Caroli – Portraits”, omaggio al fotografo genovese da poco scomparso, che tanto ha lavorato per il cinema e il teatro, ritraendo per oltre 40 anni i più importanti attori e registi italiani e stranieri. A seguire, alle ore 21.00 al CineClub Nickelodeon (in Via della Consolazione 1) prenderanno il via le proiezioni, con la commedia inaugurale italiana “Due piccoli italiani”, esordio alla regia nel lungometraggio di Paolo Sassanelli, volto giò noto al grande pubblico come attore, che ci accompagna nel rocambolesco viaggio in Europa di due amici in partenza da un piccolo paesino italiano.

Tutte le proiezioni e gli incontri della settimana si terranno al CineClub Nickelodeon.

Per sabato 12 ottobre è in programma un focus dedicato a Genova e alla Liguria, con una giornata (a ingresso libero) che intende offrire una panoramica sulla situazione cinematografica del nostro territorio, attraverso la testimonianza di professionisti e realtà che operano nel settore, seguita dalla proiezioni di opere prime girate a Genova.  In programma nel pomeriggio alle ore 15.30 la tavola rotonda “Il Cinema a Genova e in Liguria”, alla quale interverranno tra gli altri Cristina Bolla (Presidente di Genova Liguria Film Commission), Maurizio Gregorini (Cultural Services Manager del Comune di Genova e regista), i direttori della programmazione di due festival cinematografici liguri da Ponente e da Levante, oltre a registi, produttori, docenti e responsabili di attività cinematografiche. A seguire le proiezioni dei film “Uargh!” di Maria Lodovica Marini, girato nell’ex Ospedale Psichiatrico di Genova Quarto, e alle ore 18.30 “Lazzaro” di Paolo Pisoni, lungometraggio in bianco e nero ambientato in città. Entrambi i film verranno presentati dai registi stessi, presenti in sala.

La giornata prosegue alle 21 con il film “Ex Otago – Siamo come Genova” di Paolo Santamaria, documentario che ci porta alla scoperta della band genovese raccontandone la storia, le ispirazioni e i retroscena, a pochi mesi dal successo ottenuto al Festival di Sanremo con il brano “Solo una canzone”.

La proiezione del film sarà preceduta da una chiacchierata in sala con alcuni componenti della band, a cura del giornalista Claudio Cabona.

Prendono inoltre il via quest’anno le giornate di approfondimento sul cinema europeo contemporaneo, che ogni anno toccheranno un paese diverso, mettendo in dialogo registi esordienti con nomi già affermati.  Per il tema confini, è in programma quest’anno per domenica 13 ottobre un focus sulla Turchia, paese geograficamente al confine tra Europa e Asia. In programma un incontro di approfondimento sul cinema turco contemporaneo e la proiezione dei film di due nomi scelti dalla scena cinematografica turca: il regista esordiente Fikret Reyhan con la sua opera prima “ Yellow Heat” e una delle più promettenti registe turche, Pelin Esmer, con il suo ultimo film “Something Useful”.

Da domenica 13 a venerdì 18 sono in programma 9 opere prime europee in concorso, con proiezioni alle ore 18.40 e alle 21.00. Tra i paesi europei, concorrono per la prima volta Grecia e Polonia. Oltre a “Yellow Heat” di  Fikret Reyhan, che apre il concorso in occasione del Focus sulla Turchia, sono in gara “Atlas” di David Nawrath (Germania 2018), “Karel, me and you” (Repubblica Ceca 2019) di Bohdan Karásek  – che sarà presente in sala per un dibattito con il pubblico, “T R Y” di  Ángel Haro (Spagna 2018), “Wilde Maus” del celebre comico austriaco Josef Hader (Austria/Germania 2017) presentato in concorso alla Berlinale, di cui sarà presente in sala Georg Friedrich – uno dei protagonisti dei film, “Luna” di Elsa Diringer (Francia 2017), il film “Coureur” di Kenneth Mercken (Belgio/Italia 2019) su ciclismo e doping, che verrà introdotto da Michele Corti – giornalista sportivo promotore di Stelle nello Sport,  il noir-thriller “The Waiter” di Steve Krikris (Grecia 2018), e “Silent Night” di  Piotr Domalewski (Polonia 2017), che proietta in un’atmosfera natalizia piena di colpi di scena.

Come ogni anno i film concorrono al Premio del Pubblico, invitato a votare al termine delle proiezioni, al Premio della Giuria e al Premio della Giuria UniGe. La giuria della decima edizione è composta da Enrico Nosei (Direttore programmazione Fondazione Cineteca Italiana), Maurizia Migliorini (Docente di Critica Artistica presso Università degli Studi di Genova) e Matteo Macor (giornalista per la Repubblica e La7). La Giuria UniGe è composta da studenti del corso di Storia e Critica del Cinema dell’Università degli Studi di Genova.

Oltre ai lungometraggi, anche quest’anno è in programma per venerdì 18 ottobre una serata dedicata ai corti europei, a cura di Magma – mostra di cinema breve. Alle ore 18.40 avrà luogo la proclamazione dei film europei vincitori della decima edizione, e a seguire verranno proiettati: “Eusebio80” di Jesús Martínez e Iván Molina (Spagna 2017), “Make It Soul” di Jean-Charles Mbotti Malolo (Francia 2018), “A Drowning Man” di Mahdi Fleifel (Grecia/Danimarca 2017), “Muteum” di Aggie Pak Yee Lee (Estonia/Hong Kong 2017), e “Belle à croquer” di Axel Courtière (Francia 2017).

Per la prima volta, in occasione della decima edizione, è stato inoltre avviato un progetto per le scuole, finalizzato alla sensibilizzazione degli studenti e a stimolarne la creatività. Il progetto, che si inserisce all’interno di una più ampia progettazione avviata con l’assessorato alle Politiche Culturali, Politiche dell’Istruzione e Politiche per i Giovani del Comune di Genova, prevede la proiezione di due opere prime realizzate da registi under 18 e attività di coinvolgimento e sensibilizzazione degli studenti sul tema del bullismo, oltre ad attività esperienziali e partecipative per riflettere su rischi e opportunità dei social, evidenziando come una frase possa ferire un’altra persona e istruendo su come imparare a difendersi, utilizzando risorse educative prodotte dal dipartimento Giovani del Consiglio d’Europa, promotore della campagna No Hate Speech Online.

I film in programma per le scuole sono “Bulli a metà” di Davide Mogna (Italia 2017) e “Cuori in Guerra” di Manuel Pala (Italia 2018), che per la realizzazione del suo musical ha coinvolto circa 200 studenti genovesi, ha destinato i proventi del film al Fondo Malattie Renali del Bambino che opera all’Ospedale Gaslini, e ha ricevuto dal Presidente Mattarella l’attestato di “Alfiere della Repubblica”.

Ingresso libero alla giornata su Genova e la Liguria, ingresso gratuito a tutte le proiezioni e gli eventi del Festival per i soci dell’associazione culturale Profondità di Campo (tessera associativa 8 euro).