Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Eccellenza: Imperia al comando le genovesi inseguono risultati

Dietro ai nerazzurri si attestano Sestri Levante e Genova Calcio, ma ci credono anche Busalla, Baiardo e Rivasamba

Settimo turno di campionato in Eccellenza con l’Imperia che non si ferma più e supera anche l’Alassio a domicilio. Si interrompe quindi la striscia positiva degli alassini fatta di quattro turni a punti, sebbene solo una gara vittoriosa. Nerazzurri avanti dopo venti minuti con un colpo di testa di Minasso che si infila sotto la traversa. Sette minuti dopo il raddoppio degli ospiti arriva su calcio di rigore che si guadagna Boggian, ma trasforma Capra.

La gara sembra avviata verso l’ennesima vittoria semplice degli imperiesi, ma ancora una volta Roda si dimostra baluardo alassino e con un colpo di testa riapre la contesa al 33°. Le squadre poi restano in dieci contro dieci per le espulsioni di Taku e Capra. Decisione contestabile in entrambe le occasioni con l’arbitro che è parso troppo severo. Al 48° arriva il pareggio che non ci si aspetta con Franco su corner ed è 2-2. Nella ripresa la gara è equilibrata, ma il terzo rosso della gara segna il destino dell’Alassio con Farinazzo che rimedia il secondo giallo al 72°. Tre minuti dopo l’Imperia torna a condurre con Guarco sugli sviluppi di un calcio d’angolo. All’85° poi rete decisiva di Sassari entrato da poco e in sforbiciata volante fissa il 2-4.

Sprofondo giallorosso per il Finale che viene mandata al tappeto dal Busalla che invece alimenta i sogni di gloria con la quarta vittoria di stagione, la seconda di fila, che inguaia pesantemente invece la squadra di Buttu ancora senza vittorie e nei bassifondi.  Gara mai in discussione che si sblocca al 28° con una zampata di Minutoli che taglia in area e anticipa Porta in uscita con un tocco di esterno. Al 45° raddoppia Compagnone con una punizione perfetta a fil di palo, ma responsabilità anche per Porta che si fa infilare sul suo lato. Nella ripresa massiccio turn over di Buttu, che sembra dare frutti con dieci minuti di furia giallorossa, ma col passare dei minuti il Busalla contiene e riprende le redini del gioco chiudendola definitivamente ancora con Minutoli che di testa viene pescato perfettamente da Nelli, appena entrato e firma il 3-0.

Tiene il passo della capolista il Sestri Levante che al “Sivori” regola all’inglese il Campomorone Sant’Olcese. Rete dopo undici minuti di Buffo che recupera palla al limite dell’area e lascia partire un tiro imparabile per Canciani. La reazione dei biancoblù è nei piedi di Fassone che da distanza considerevole colpisce una traversa clamorosa con un tiro potente, ma sfortunato. Così al 28° Chella vede Gandolfo in area e lo serve basso, palla girata nell’angolino ed il Sestri incassa la posta piena.

Vince anche la Genova Calcio che si mantiene terza forza del campionato contro un Rapallo che lotta, ma deve arrendersi ed è ora lontana dalle zone alte della classifica. Partenza sprint per i biancorossi che trovano il gol già al 7° con Ciriaco che stacca di testa su calcio d’angolo e infila Basso. Al 41°, però i bianconeri riescono a ristabilire la parità con un tiro bello, ma anche fortunato di Kambo: palla sul palo poi sulla schiena di Dondero e successivamente in porta.

Si riparte nel secondo tempo ed ancora una volta l’approccio dei padroni di casa è decisivo: al 58° Piccareta viene servito in verticale, controllo e tiro per il 2-1 biancorosso. Genova Calcio che ringrazia la dea bendata al 73° quando Bertuccelli gira di testa, ma la traversa gli nega il gol. Squadra di casa che potrebbe chiuderla poi all’80° quando Campelli si incarica di battere un calcio di rigore assegnato poco prima, ma l’ex recchelino spara altissimo. Finisce comunque 2-1 per i biancorossi che continuano a coltivare sogni di gloria.

Vittoria pesante per il Pietra Ligure che finalmente gioisce per i tre punti a spese dell’Ospedaletti. Succede tutto nel secondo tempo con Castagna pescato da Rovere al 50°. Gli ospiti non reagiscono e il Pietra conduce la gara fino alla fine quando la chiude con un calcio di rigore di Gaggero che consente ai biancoazzurri di tornare a respirare. 

I pietresi sfruttano quindi il pareggio nello scontro diretto di bassa classifica fra Athletic Liberi e Molassana. Rossoazzurri avanti nell’ultima azione di primo tempo con Martino che viene pescato rasoterra in area dalla fascia e può metterla facilmente dentro. Al 75° il pareggio di Lembo premia la caparbietà dei gialloneroverdi. Tiro dal limite deviato, palla sul palo e poi dentro la porta di Gianrossi. 

Cade la Cairese che perde contatto con le prime posizioni. I gialloblù vengono puniti dal Baiardo che rimonta la rete di Saviozzi, giunta su rigore al 10° e scavalca proprio i savonesi. Al 40° Battaglia pareggia di testa su corner. Nella ripresa i genovesi la ribaltano ancora con un colpo di testa, ma di Incerti stavolta che al 65° firma il 2-1. I cairesi sbandando e tre minuti dopo incassano anche il terzo gol, su rigore, ancora con Battaglia. 

Ko anche l’Albenga in casa contro il Rivasamba. Sestrini avanti al 38° con Severi. Pareggio di Metalla in avvio di ripresa (strepitosa rovesciata per il neo entrato bianconero), ma a due minuti dalla fine Lessona, mandato in campo da poco, scappa via in contropiede e supera Bambino in uscita beffando definitivamente gli ingauni.