Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Droga in centro storico, la proposta: cancelli anti-fuga per intrappolare i pusher nei vicoli

Mozione firmata dal consigliere Campanella e dai capigruppo della maggioranza, l'idea in alternativa è quella di schierare l'esercito

Più informazioni su

Genova. Schierare l’esercito in centro storico. O meglio, sbarrare i vicoli con cancelli temporizzati per impedire ai pusher di fuggire. È il contenuto di una mozione che la maggioranza di centrodestra a palazzo Tursi presenterà nella prossima seduta del consiglio comunale come risposta all’allarme droga nei caruggi.

Il primo firmatario del documento è Alberto Campanella, capogruppo di Fratelli d’Italia, noto in questi giorni per altre vicende, al quale si sono aggiunte le altre forze che sostengono il sindaco Marco Bucci.

Oltre alle ‘barriere anti pusher’, il testo della mozione impegna la giunta a promuovere campagne di sensibilizzazione nelle scuole, ma anche a espellere gli stranieri irregolari, a “verificare se lo spacciatore sia in custodia a qualche cooperativa di affidamento migranti” e se goda “di sussidio economico e/o reddito di cittadinanza o qualsivoglia altro incentivo” e nel caso “segnalarlo alle competenti autorità e revocare i benefici ottenuti”.

Tra l’altro, la questione delle vie di fuga offerte dal dedalo del centro storico era finita al centro di una controversa sentenza emessa a luglio dalla Cassazione, che aveva annullato l’arresto di un pusher a cui era stata contestata l’aggravante del luogo. Secondo l’accusa i caruggi avrebbero aiutato lo spacciatore a fuggire, e grazie a questo tipo di contestazione le forze dell’ordine erano riuscite a fare scattare più spesso le manette. Diverso, invece, il parere dei giudici: sarebbe proprio l’intreccio delle vie a favorire i poliziotti che possono così fare ricorso “a molteplici soluzioni stradali”.