Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Dalla Regione Liguria 23 mila euro per progettare la bonifica della “penisola” con i detriti del Morandi

Genova. La Regione Liguria investirà 23 mila per la progettazione dell’intervento di rimozione e messa in sicurezza dell’area Penisola a San Biagio, di proprietà del Comune, l’area dove sono depositate oggi parte delle macerie di Ponte Morandi.

Si tratta di uno dei tre interventi nell’ambito del piano di bonifiche della Regione Liguria per il 2019 per il quale sono stati stanziati complessivamente oltre 360 mila euro, la maggior parte dei quali per opere nello spezzino.

Nell’area Penisola, dove si trovano soprattutto ferraglie e parti di mezzi precipitati il 14 agosto 2018 durante il crollo del viadotto, si prevede anche l’installazione di un piezometro, un pozzo di rilevamento delle acque.

“Questi interventi finanziati da Regione Liguria – spiega l’assessore all’Ambiente Giacomo Giampedrone – sono inseriti in un piano per la bonifica di siti inquinati avviato nel 2018 (con uno stanziamento complessivo di 700mila euro) dopo l’immobilismo che ha caratterizzato tutti gli anni della precedente amministrazione di centrosinistra. Con questi interventi restituiamo parti di territorio completamente bonificate alle amministrazioni locali”: