Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Città di Cogoleto-San Cipriano, Rossetti: “Ci godiamo il primo posto, ma viviamo di giornata in giornata” risultati

La delusione di Parodi: "Non abbiamo la mentalità giusta: troppo arrendevoli"

Cogoleto. Sei partite, sei vittorie: il San Cipriano continua a correre, nell’appassionante testa a testa col Borzoli. I biancazzurri si sono imposti per 2 a 0 sul campo del Città di Cogoleto che, al contrario, è ancora a secco di punti.

rossetti

Il Città di Cogoleto potrebbe consolarsi con i segnali di progresso messi in mostra: la squadra ha tenuto il campo per tutti i novanta minuti e ha avuto occasioni da rete. Ma Derio Parodi non la vede così: “La prestazione di mercoledì a Quiliano era stata da uomini. Oggi, a parte che non sono arrivati i punti ed è un grosso problema per noi, secondo me non abbiamo la mentalità giusta per poter dire la nostra. Abbiamo avuto delle occasioni, ma le occasioni devono finire col fare gol e soprattutto non prenderne”.

Giovedì ci sarà già il recupero con il Borgoratti. “Che la partita col Borgoratti sia un match importante lo sapevamo ancora prima del rinvio per il maltempo, sono le nostre finali – ribadisce l’allenatore -. Posso capire che dobbiamo giocare con queste squadre, ma se oggi troviamo il San Cipriano, il cui primo posto non si discute, che ci lascia giocare e riusciamo ad esprimere le nostre qualità, noi dobbiamo portare via un risultato favorevole“.

“Oggi sinceramente mi è piaciuto poco. Sono molto deluso dal fatto di essere arrendevoli. Questo non è nel mio carattere, non è nelle squadre che ho allenato. Sino all’ultimo devono crederci, non mollare come abbiamo fatto nel secondo tempo” conclude Parodi.

Per la capolista, comunque, non è stata facile. Claudio Rossetti, tecnico del San Cipriano, commenta: “Lo avevo già detto nelle interviste precedenti e l’ho ribadito ai ragazzi oggi: il Cogoleto è una squadra che ha valori e finita la partita ho fatto i complimenti al loro mister. Non riesco a capire come fanno ad avere zero punti. Magari l’assemblamento di tanti giocatori nuovi l’ha portato ad un inizio difficile ma sono sicuro che verranno fuori; non so per quali posizioni potranno lottare ma sicuramente non sono da ultimo posto. Noi abbiamo vinto meritatamente, ma è stata una partita tosta, come mi aspettavo“.

Siamo primi, ma adesso non lo guardiamo – ammette Rossetti -. Viviamo di giornata in giornata e pensiamo a far più punti possibili per tenere la marcia del Borzoli e di quelle dietro che arrivano e non mollano un colpo. Noi siamo partiti con un obiettivo che è quello di fare il meglio possibile e migliorare l’anno scorso. Ora siamo lì, ci godiamo il primo posto, speriamo di starci a lungo ma alla sesta di campionato non dev’essere un assillo. Dobbiamo viverlo serenamente: se continuiamo ad essere primi bene, se no lotteremo e lavoreremo tranquillamente come abbiamo sempre fatto”.

Sapevamo che il Cogoleto aveva un attacco importante. Quando hai Grezzi davanti fa reparto e gli altri due giocatori che hanno giocato in coppia con lui hanno dato un apporto importante. Sapevamo di non dovergli concedere campo alle nostre spalle; noi abbiamo giocato con quest’idea: non dare metri alle nostre spalle e andarli a colpire un pochino più di rimessa rispetto alle altre partite dove magari mettevamo un po’ più il piede nella metà campo avversaria. Penso che la partita l’abbiamo letta bene in questo senso perché non concedendo metri a Grezzi e compagni li abbiamo limitati sotto l’aspetto offensivo e abbiamo conquistato campo in avanti noi” chiude l’allenatore del San Cipriano.