Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cisterna cloroformio deragliata a Rapallo, dieci indagati. Perizia in corso, rimozione ancora bloccata

L'accusa è di pericolo di disastro ferroviario.

Più informazioni su

Rapallo. Per lo sviamento del treno merci con un carico di cloroformio a Rapallo, quasi un anno fa, la procura di Genova ha indagato una decina di persone, tra Rfi, Captrain, società che fa capo alla francese Sncf, e una ditta di Rosignano, proprietaria della sostanza e che aveva affittato il convoglio per il trasporto.

L’accusa è di pericolo di disastro ferroviario. Il pubblico ministero Daniela Pischetola ha iscritto nel registro degli indagati i nomi per consentire gli accertamenti tecnici. E’ in corso, infatti, la perizia che dovrà stabilire le cause dello svio e le eventuali responsabilità. La cisterna è ancora sotto sequestro, anche se è stata svuotata del cloroformio a luglio.

Secondo gli inquirenti, che si dicono pronti al dissequestro, mancherebbe un accordo sulle modalità di spostamento della cisterna tra Fs e la società proprietaria del contenitore. Le operazioni di rimozione sarebbero molto costose e il prezzo non dovrebbe essere a carico della giustizia.