Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Campomorone Lady: un inizio sfolgorante risultati

Due vittorie, primo posto e un reparto offensivo che spaventa tutti: 16 gol in due partite

Con l’arrivo dell’autunno tornano in campo anche le ragazze del Campomorone Lady che nonostante l’avvio in gare ufficiali non felicissimo (fuori subito dalla Coppa Italia che aveva riservato tante soddisfazioni l’anno scorso), hanno cominciato il campionato di Serie C con il piede giusto. 

Due partite e 16 reti segnate contro uno solo subito e la “solita” Caterina Bargi a trascinare le biancoblù allenate da mister Pampolini con 6 reti in due gare che la proiettano subito ai vertici della classifica cannonieri. Quest’anno, però le Lady hanno un’arma in più, ovvero quella Giulia Tortarolo rimasta a lungo fuori per infortunio nella scorsa annata che sta bene, molto bene e infatti di gol, lei ne ha fatti 5.

Si capisce quindi che le prime due uscite sono state molto convincenti. Subito tre punti nella prima uscita in Emilia – Romagna contro il Parma. Apre le marcature Tortarolo al 22° con un tiro preciso dal limite dell’area che si infila nell’angolino. Nel secondo tempo arriva il primo timbro di Bargi al 58° quando uno svarione delle gialloblù consente a Nietante di scappare via centralmente in campo aperto, la numero 11 vede accorrere la compagna e la serve. Bargi fredda così Galloni in uscita per il raddoppio genovese. Il tris arriva al 73° su schema da calcio d’angolo la sfera viene messa sul secondo palo dove Librandi in scivolata è puntale e buca ancora una difesa emiliana francamente molto disattenta. A sigillare la giornata sarà poi ancora Tortarolo al 77° con le parmensi ormai con i remi in barca. Gran palla di Fallico per la numero dieci che scappa in campo aperto e di piatto supera Galloni.

Se la prima uscita è stata ottima, la seconda si può definire alla stregua di un allenamento contro la Cenerentola del campionato, ovvero il Caprera. Tanto di cappello alle sarde che ci provano, ma evidenziano un livello assolutamente inferiore rispetto alle genovesi che in 15’ hanno già sostanzialmente chiuso la contesa con Bettalli, Bargi e Tortarolo. Il primo tempo si chiude con un roboante 9-1 con Bargi che chiuderà con ben 5 reti, Tortarolo altre 3 e Poletto 2. A segno anche Fallico e Bettalli per il 12-1 (per le sarde a segno Vallotto con il gol della bandiera), risultato che sarebbe potuto essere anche più ampio, se non fosse che mister Pampolini opera un ampio turn over e le liguri hanno pietà di un avversario che esce comunque a casa a testa alta.