Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ascoli-Entella, Boscaglia: “Abbiamo sempre avuto il predominio territoriale, è mancato il gol” risultati fotogallery

Il tecnico non accetta la nuova espulsione: "Gli allenatori vanno tutelati, non si tirano fuori così"

Chiavari. La Virtus Entella torna sconfitta da Ascoli per 2 a 1, al termine di una partita nella quale i chiavaresi hanno ben giocato, senza però concretizzare.

Ascoli vs Virtus Entella

L’allenatore Roberto Rocco Boscaglia commenta: “Sono amareggiato per la partita: una partita che non si può perdere. Perché non è giusto perdere una partita del genere. L’Ascoli ha avuto un inizio forsennato ma non manovrato. Ha avuto la fortuna e la bravura di fare gol, ma noi l’abbiamo messa subito in piedi. Poi, per tutta la partita, c’è stato un predominio nostro assoluto, sia nel primo che nel secondo tempo. Loro su una palla rubata hanno fatto il 2-1; noi su tutte le occasioni che abbiamo creato non abbiamo fatto gol: questo è il rammarico, perché abbiamo sempre tenuto il pallino del gioco, abbiamo sempre avuto il predominio territoriale. Abbiamo anche creato e non siamo stati bravi a pareggiarla, quindi andiamo a casa sicuramente rammaricati. Una buona prova ma dobbiamo essere arrabbiati perché non siamo riusciti a fare gol e questa è una cosa che pesa tanto nel calcio, è fondamentale”.

Boscaglia è apparso arrabbiato coi suoi sin da primi minuti. “Perché l’Ascoli ha avuto un atteggiamento furioso e noi no – spiega -. Ci siamo svegliati subito dopo il gol, quindi mi sono arrabbiato. Purtroppo questa arrabbiatura forse ha indotto l’arbitro a cacciarmi. Dopo un presunto fallo su De Luca ho fatto una protesta normale, timidissima, dove secondo me il giallo era più che sufficiente; invece mi ha espulso direttamente e non va bene. Io devo alzare un po’ la voce: non va bene perché è la seconda volta che capita. Gli allenatori vanno tutelati non si tirano fuori così, senza pensarci più di una volta, non è assolutamente giusto: dobbiamo darci una regolata su questa cosa, è troppo sbagliata. Dobbiamo tutti alzare un po’ la voce”.

I due gol dell’Ascoli. “Nel primo abbiamo una palla facile in controllo di Eramo e la perdiamo; la seconda una palla nostra facile sull’esterno, si invola Da Cruz, non abbiamo difensori e Adorján a rincorrerlo, quindi la rivedremo – dice l’allenatore dell’Entella -. Per il resto la partita l’abbiamo ‘dominata’, sempre sotto controllo, abbiamo sempre cercato di giocare palla a terra, siamo usciti sempre, siamo arrivati sempre ai sedici metri. Abbiamo avuto il torto di non fare gol”.

“È mancato il gol – prosegue -. Perché sapevamo il modo di affrontare le partite dell’Ascoli, sapevamo che potevamo dominare la partita per caratteristiche, non perché siamo più forti e più bravi, e questo è successo per tutta la partita. L’Ascoli ha giocato a folate, ha giocato soprattutto alle spalle dei nostri centrali con Da Cruz che oggi è stato sfortunatamente per noi molto bravo. Noi, nonostante tutto il predominio e le occasioni create non abbiamo fatto gol. Abbiamo sbagliato negli ultimi sedici metri; abbiamo creato situazioni importanti ma quando non metti la palla dentro purtroppo le partite non le vinci, anzi le perdi addirittura”.

“Io non contesto l’arbitraggio, gli arbitri sono tutti bravi. Tra l’altro in questo momento dove c’è stato l’avvento del Var noi siamo abituati a vedere partite di Serie A o Champions League in tv e quando facciamo le nostre ci sentiamo un pochettino ‘diversamente abili’. Io capisco loro, però loro devono capire anche noi. Io non contesto l’arbitro, perché oggi ha fatto cose buone e cose meno buone, ma non le ha fatte contro l’Entella. Le ha fatte contro e a favore di entrambe le squadre. Contesto il fatto che poteva venire lì, chiarire, ammonirmi e basta” ribadisce il mister.

“Ci dobbiamo salvare, quindi siamo in linea con quelli che sono gli obiettivi di stagione. È un periodo un po’ così, stiamo costruendo ma stiamo portando a casa poco. Questo trend cambierà sicuramente” conclude Boscaglia.