Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Amt, ecco i nuovi bus Vivacity di Industria Italiana Autobus. A bordo telecamere di sicurezza e accesso disabili foto

Saranno utilizzati per il servizio delle linee collinari 39, 40, 49, 67, 82, 84, 86 e 584.

Genova. Prosegue il rinnovamento del parco mezzi di AMT con i 23 nuovi bus Vivacity di Industria Italiana Autobus, acquistati grazie al finanziamento DM 345 erogato da Regione Liguria.

I nuovi autobus sono Euro 6, sono lunghi 9,35 metri, hanno 73 posti totali di cui 11 a sedere. Sono dotati di pianale ribassato, pedana per l’accesso delle persone in carrozzella, porta centrale scorrevole, impianto di climatizzazione, telecamere per la videosorveglianza a bordo e conta passeggeri.

I primi bus sono già in servizio sulle strade genovesi; sono ospitati presso le rimesse di Gavette e Staglieno e progressivamente saranno utilizzati per il servizio delle linee collinari 39, 40, 49, 67, 82, 84, 86 e 584.
L’arrivo dei 23 nuovi bus di IIA Industria Italiana Autobus rappresenta un’altra importante tappa verso il continuo processo di miglioramento del servizio di AMT per Genova.

“Regione Liguria ha impegnato dal 2016 molte risorse per il rinnovo del parco mezzi delle aziende regionali e per la bigliettazione elettronica. Sono stati fatti notevoli passi in avanti un po’ in tutte le province e penso che i viaggiatori abbiano già potuto apprezzare la comodità e la funzionalità dei nuovi mezzi in esercizio. Comodità, accessibilità e sostenibilità sono i criteri che stiamo seguendo per l’efficientamento progressivo dei nostri autobus. Ci auguriamo che il nuovo governo dedichi la giusta attenzione al trasporto locale su gomma e metta le risorse che ci permetterebbero di proseguire su questa strada”, ha dichiarato l’assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino.

“Vedere su strada circolare nuovi mezzi è un messaggio importante per i tanti clienti che scelgono AMT per muoversi a Genova. Il rinnovamento della flotta è uno dei fattori attrattivi del servizio che offriamo alla città. Mezzi nuovi significano maggior comfort di viaggio, migliori prestazioni in termini di efficienza e sostenibilità ambientale. Le zone collinari rappresentano una parte considerevole del nostro servizio e questa taglia di bus ci permetterà di fornire un miglior servizio su percorsi spesso non agevoli. Non ci fermiamo però qui: sono in corso altre gare per l’acquisto di ulteriori mezzi. Ringrazio ancora una volta l’assessore Berrino e le sue strutture per tutto l’aiuto fornitoci”, ha dichiarato Marco Beltrami, Amministratore Unico di AMT.