Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Allerta meteo, su Genova scende ad arancione. Scuole aperte ma ci saranno ulteriori verifiche nella notte

Dalla mezzanotte si passa al colore giallo. Gli esperti: "Vietato abbassare la guardia"

Più informazioni su

Genova. In base all’ultimo bollettino di previsione meteo di Arpal la protezione civile ha aggiornato l’avviso di allerta per la Liguria. Ecco le modalità a partire dalle 13 di oggi, lunedì 21 ottobre.

Su Genova l’allerta passa ad arancione fino alle 23.59, poi gialla fino alle 8 di domani, martedì 22 ottobre.

L’allerta diventa arancione anche nell’entroterra di Savona, con le stesse modalità, fino alle 23e59. Poi gialla fino alle 8.

Colore verde per il resto del territorio regionale, ovvero sull’estremo levante e sull’estremo ponente.

Scuole. Il sindaco di Genova Marco Bucci e il presidente della Regione Giovanni Toti, al consueto punto stampa in Arpal con l’assessore regionale Giacomo Giampedrone, hanno spiegato che allo stato attuale le scuole a Genova (e altrove) saranno aperte, anche perché da mezzanotte l’allerta scenderà ulteriormente fino a diventare gialla, ma nel caso di ulteriori aggiornamenti o particolari situazioni di criticità saranno possibili decisioni durante la notte, e in maniera puntuale, come avvenuto la scorsa settimana.

La situazione. Nel corso della giornata è attesa una nuova intensificazione dei fenomeni. Piogge localmente persistenti, a prevalente carattere temporalesco interesseranno gran parte della regione.

Generica

Tali fenomeni, insistendo sul territorio già saturo del Centro-Ponente e visti i deflussi significativi nei corsi d’acqua, potranno provocare innalzamenti anche repentini dei livelli idrometrici, allagamenti, fenomeni di rigurgito nella rete di drenaggio urbano. Risposte idrologiche residue fino alla mattinata di domani.

L’allerta arancione per temporali, il massimo grado per questo tipo di fenomeni, prefigura un livello di attenzione e di potenziale rischio per il singolo cittadino identico a quello dell’allerta rossa per piogge diffuse. Rispetto alle valutazioni di ieri le ultime uscite modellistiche hanno ridotto l’estensione del territorio interessato dalle precipitazioni più intense, ma non cambiano gli elementi che potrebbero innescare questo tipo di eventi.

Questi i fenomeni previsti secondo l’avviso meteorologico emesso questa mattina:

OGGI, LUNEDI’ 21 OTTOBRE: l’insistenza di un flusso umido dai quadranti meridionali determina ancora condizioni di instabilità con precipitazioni di intensità moderata e cumulate fino ad elevate, tendenti nuovamente a concentrarsi sul centro della regione con alta probabilità di temporali forti organizzati e persistenti fino alla serata su BDE. Alta probabilità di temporali forti su parte occidentale del levante, bassa probabilità di fenomeni forti altrove. Venti forti (50-60 km/h) e rafficati da Sud-Est sul centro levante, mare molto mosso su Tigullio e genovese.

DOMANI, MARTEDI’ 22 OTTOBRE: La rotazione del flusso dai quadranti settentrionali favorisce il ritorno a condizioni più stabili a partire già dalla mattinata. Residui fenomeni nelle prime ore su BDE anche a carattere di rovescio o temporale con alta probabilità di temporali forti su genovese e entroterra savonese, bassa probabilità su parte orientale dell’imperiese e parte occidentale dello spezzino. Venti in intensificazione fino a forti (50-60 km/h) dai quadranti settentrionali.

DOPODOMANI, MERCOLEDI’ 23 OTTOBRE: una depressione in avvicinamento dal Mediterraneo occidentale determina un nuovo aumento dell’instabilità nella seconda parte della giornata con piogge e rovesci a partire da Ponente e cumulate fino a significative su A. Venti forti (50-60 km/h) e rafficati dai quadranti settentrionali, in possibile ulteriore rinforzo in serata sul ponente. Mare molto mosso sul ponente, fino ad agitato al largo.