Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A Genova in 1500 ricercatori, imprese e investitori per il Meet in Italy Life for Science

Più informazioni su

Genova. Il capoluogo ligure ospiterà il Meet in Italy for Life Sciences 2020: l’annuncio è stato dato questa mattina durante l’apertura dei lavori a Trieste, dove è in corso l’edizione 2019. Il Meet in Italy for Life Sciences, che vede come coordinatori strategici la rete Enterprise Europe Network e l’Associazione Cluster Tecnologico Nazionale Scienze della Vita ALISEI, è il maggiore evento europeo e uno dei più importanti a livello internazionale per il settore.

Da cinque anni viene organizzato in una città italiana e riunisce gli esponenti più rappresentativi di industria, ricerca pubblica e privata, investitori nazionali e internazionali, stampa specializzata: una platea altamente qualificata di almeno 1500 persone che non mancano agli incontri in programma. Nell’edizione del 2018 a Bologna sono state 420 le organizzazioni partecipanti da 37 paesi, oltre 1700 gli incontri. Al momento dell’annuncio era presente Paola Bordilli, assessore ai grandi eventi del Comune di Genova.

Ad avanzare la candidatura per Genova 2020 è stata Liguria Digitale, società in house della Regione Liguria, come società incaricata di gestire il Polo Ligure Scienze della Vita (poloplsv.liguriadigitale.it), soggetto che raccoglie i più importanti partner pubblici e privati. Il Polo ha il ruolo fondamentale di stimolare la domanda di innovazione e il trasferimento tecnologico, attraverso una rete di connessioni a supporto delle aziende.

In Liguria le scienze della vita rappresentano un settore dinamico e in crescita, grazie alla presenza di importanti realtà del mondo scientifico e tecnologico, come l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), il CNR e l’Università e molte aziende di tecnologia, elementi di innovazione determinanti per il futuro della medicina e della salute. La sperimentazione e il trasferimento tecnologico delle idee e dei risultati dai centri di ricerca al comparto industriale si stanno traducendo in nuovi approcci di cura.