Un fiume di melma

Via Mogadiscio, fogna esplode e allaga strada ma nessuno interviene per ore. Fetore e fango sulla carreggiata fotogallery

Il guasta dalle prime ore della mattina

Genova. Letteralmente un fiume di melma. Così si presenta da diverse ore via Mogadiscio, la strada che collega il lungo Bisagno di Molassana con Sant’Eusebio: uno scrosciante ruscello che fuoriesce da un tombino delle acque nere, riversando tutto il contenuto sull’asfalto.

Il tombino, fino a questa mattina coperto dall’asfalto, è riemerso “eruttando” un mare di fogna, con le conseguenze prevedibili: fetore nauseabondo, rimasugli organici galleggianti, strada viscida, mezzi che affondando le ruote della melma, con il tutto che finisce nei tombini della acque meteoriche, pronto a portare la sua “puzza” più a valle.

Ma sul posto non c’è nessuno: nonostante le segnalazioni dei residenti, l’unico vigile in servizio oggi in Val Bisagno si sta occupando di garantire la sicurezza di alcuni attraversamenti a valle, i cui semafori sono in tilt da questa notte. Il risultato: le chiare, fresche e dolci acque delle fogna continuano a scorrere in via Mogadiscio.

leggi anche
semaforo guasto spento
Sicurezza?
Val Bisagno, semafori in tilt: disagi per la viabilità e vigili a corto di personale
Polizia locale scopre tre piantine
L'operazione
Tre piante di marijuana nella serra fai da te. Polizia Locale scopre mini coltivazione a “chilometro zero”