Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Vertenza New Gel, la risposta di Cisl, Cgil e Uil: “Campagna diffamatoria dei Si.Cobas, non ci faremo intimidire”

E' scontro aperto con accuse incrociate tra rappresentanze sindacali

Genova. Si accende lo scontro sulla vertenza New Gel tra i sindacati confederali e i Si Cobas, dopo l’annuncio del presidio programmato da quest’ultimi sotto la sede di Fit Cisl.

“Da alcuni giorni è iniziata una campagna diffamatoria da parte di un’Organizzazione di base nei confronti del Sindacato Confederale Fit Cisl Liguria utilizzando come pretesto l’Azienda New Gel, e sfruttando i suoi lavoratori per poter avere visibilità, senza pensare né a tutelarli né a rispettare le idee di tutti i lavoratori – si legge in un nota stampa congiunta di Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti – Come Organizzazioni Confederali siamo sempre stati contrari all’impostazione del cosiddetto “Decreto Sicurezza”, che limita libertà restringendo sacrosanti diritti costituzionali, ma altrettanto siamo sempre stati dalla parte del rispetto della legalità, della sicurezza dei lavoratori e dei loro diritti”.

“E’ doveroso, come Organizzazioni Sindacali, dare alcuni chiarimenti sulla vicenda. Partiamo dalla rappresentanza all’interno della New Gel: questa era già forte e numericamente consistente da tempo da parte della Fit Cisl Liguria, ed è andata a rinforzarsi quando i lavoratori hanno visto il loro futuro messo in pericolo e di conseguenza hanno cercato chi li difendesse veramente e facesse sentire la loro voce, certamente non avevano alcun bisogno di qualcuno che li strumentalizzasse per secondi fini, tanto è vero che progressivamente ci sono state disdette all’organizzazione di base, una volta vista la realtà dei fatti, rendendo il già basso numero di adesioni irrisorio, ad oggi su 54 lavoratori solamente 7 sono rimasti legati all’organizzazione di base”.

“Altro fatto grave – continua la nota – è stato che il delegato Sindacale dell’Organizzazione Confederale Fit Cisl Liguria sia stato minacciato di morte solamente per aver svolto il proprio ruolo in difesa dei lavoratori e per aver dato voce loro. Per quanto riguarda i licenziamenti che sono stati richiamati più volte, nella realtà dei fatti in New Gel sono anni che non ne avvengo, purtroppo non sono stati confermati alcuni lavoratori con contratto a tempo determinato ai quali va sicuramente tutta la nostra solidarietà; in questa situazione, però, il nemico va ricercato in chi ha dato questi strumenti alle aziende. In merito al taglio di stipendio richiamato anch’esso più volte, nella realtà ci troviamo di fronte ad uno stipendio medio degli autisti che si attesta al valore di mercato; per quanto riguarda l’orario di lavoro e di impegno, questo non è né più né meno di quello previsto dal CCNL di categoria”.

“Per questi motivi come Sindacato Confederale facciamo e continueremo a fare il nostro lavoro in modo serio e responsabile a difesa dei lavoratori senza farci intimidire e senza utilizzare metodi ricattatori, ma facendo nostre come armi la contrattazione e il dialogo. Quando questi strumenti si sono rivelati insufficienti al raggiungimento degli obiettivi sperati e condivisi con i lavoratori, non ci siamo mai tirati indietro e non ci tireremo mai indietro ad intervenire con forme di lotta sindacale, ma sempre con l’approvazione e condivisione della maggioranza dei lavoratori, per una corretta e concreta difesa delle persone che rappresentiamo”.