Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Una deludente Sampdoria rilancia (2-1) la Fiorentina risultati

Samp né carne...né pesce esce sconfitta dall'Artemio Franchi

Firenze.  La Sampdoria, che  nelle ultime otto gare disputate al Franchi (tre vittorie e cinque pareggi) non ha mai alzato bandiera bianca, interrompe la striscia positiva, perdendo 2-1.

I gigliati tornano a vincere in casa (non accadeva dal dicembre 2018, sconfitto l’Empoli).

Le formazioni mandate in campo da Montella e Di Francesco

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Pulga, Badelj, Castrovilli, Dalbert, Chiesa, Ribery

A disposizione: Terracciano, Ranieri, Boateng, Sottil, Cristoforo, Ceccherini, Ghezzal, Venuti, Benassi, Zurkowski, Vlahovic, Terzic

Sampdoria (3-4-1-2): Audero; Bereszynski, Murillo, Colley; Depaoli,Vieira, Ekdal, Murru; Ramirez; Caprari, Gabbiadini

A disposizione: Falcone, Augello, Chabot, Linetty, Barreto, Rigoni, Jankto, Thorsby, Regini, Leris, Quagliarella

Sampdoria né carne né pesce a Firenze... parte bene, bella aggressiva e già dopo poco più di un minuto potrebbe trovarsi in vantaggio, se il portiere non si superasse su Caprari (unico spunto di una partita abulica).

Poi, inizia a venire fuori la Fiorentina e solo grazie ad un paio di miracoli di Audero, la barca blucerchiata resta a galla… ma al 30° anche l’estremo difensore genovese deve alzare bandiera bianca, infilzato da un colpo di testa di Pezzella, su pennellata di Ribery.

Da qui in avanti, per la Samp è una sofferenza unica… e si va negli spogliatoi con il morale sotto i tacchi, con una prestazione da considerarsi, a dir poco, sotto tono.

Nell’intervallo Di Franceso dà dimostrazione di elasticità tattica, passando ad un  più offensivo 3-4-3, inserendo Rigoni e Bonazzoli per Ramirez e Gabbiadini (infortunato), lasciando in campo un Caprari, che non aveva dato molto di più dei due attaccanti rimasti negli spogliatoi.

L’avvio di ripresa sembra premiare le idee del mister doriano, tanto è vero che Rigoni stampa sulla parte superiore della traversa un bel sinistro a giro, che avrebbe meritato migliore sorte.

E’ tuttavia un fuoco di paglia… colpa dell’irruenza di Murillo, che al 10° si becca il secondo giallo e lascia la Samp in dieci.

E’ lo spirito battagliero della Samp a fregare i blucerchiati, che riescono a beccare il secondo goal completamente sbilanciati e addirittura su rinvio del portiere avversario, quando (al 56°) Chiesa evita il recupero di Murru e mette alle spalle di Audero la palla del 2-0.

Per evitare l’imbarcata, Di Francesco manda in campo Chabot al posto di Caprari.

Ancora due occasioni per la Fiorentina (Chiesa e Lirola), prima che Bonazzoli riapra la partita con un inaspettato 1-2… quando di testa colpisce il palo e sul rimbalzo trafigge il portiere viola.

Che dire? Solo che sarà dura salvare la ghirba… se si va avanti così…