Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sestri Levante, dal comune le borracce in acciaio a tutti gli alunni delle medie. “Basta plastica”

Il Comune di Sestri Levante in questi giorni è capofila del progetto CLIMA, Cleaning Innovative Mediterranean Action

Più informazioni su

Genova. “L’attenzione all’ambiente e alla preservazione del mondo in cui viviamo e vivranno i nostri figli è, finalmente, un tema centrale nell’agenda politica mondiale e ha smosso le coscienze, specialmente quelle di tanti ragazzi che in questi giorni manifestano e sono in prima linea per la salvaguardia del nostro pianeta – dichiara la Sindaca di Sestri Levante Valentina Ghio – A loro va il mio apprezzamento più profondo e l’assicurazione che le politiche portate avanti dalla nostra Amministrazione saranno sempre orientate alle sostenibilità e supporteranno le iniziative che si impegnano in questo senso.”

Il Comune di Sestri Levante in questi giorni ha assunto il ruolo di ente capofila del progetto CLIMA, Cleaning Innovative Mediterranean Action: reducing waste to boost economies, un progetto internazionale che vedrà la cooperazione con il Comune di Mahdia in Tunisia, quello di Bikfaya in Libano, la ONG libanese Arc En Ciel, il Centre International de tecnologies de l’Environnement CITET e COSPE in qualità di partner operativi. Il progetto, finanziato dall’Unione Europea (Programma ENI), ha una durata di tre anni, con un budget di 2,8 milioni di euro finanziati al 90% dall’Unione Europea e intende contribuire alla riduzione della produzione di rifiuti, potenziando le politiche e le tecnologie sulla raccolta dei rifiuti, ma anche valorizzandone economicamente la componente organica.

All’interno di questo progetto il Comune di Sestri Levante ha avviato la realizzazione di una linea di borracce personalizzate che verranno regalate in un primo momento a tutti gli alunni delle scuole medie della città.
Le borracce, che oltre a essere esteticamente piacevoli e curate nei dettagli, saranno in acciaio (un materiale perfetto per conservare cibi e bevande), leggere, infrangibili, si lavano facilmente, si aprono e si chiudono con il tappo a vite.

Prosegue Ghio: “Una iniziativa a cui teniamo molto: la plastica costituisce un problema enorme per i nostri mari e ogni azione volta a ridurne l’impiego è una azione positiva. Inoltre la consegna delle borracce ai ragazzi sarà un primo momento per incontrarli e condividere con loro aspettative e ulteriori azioni concrete che anche il Comune può portare avanti per questo scopo: un momento di confronto che credo essere importante non solo per i ragazzi ma anche per chi amministra il territorio ed ha la responsabilità di tutelarlo nella maniera migliore possibile.”