Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Produzione latte: a San Colombano Certenoli porte aperte sabato per una nuova stalla innovativa

Venti i capi presenti, l'allevamento è innovativo e non intensivo

San Colombano Certenoli. Il 30% della produzione di latte regionale ligure proviene dalla provincia di Genova, dove l’allevamento di bovini rappresenta una delle massime espressioni del mondo agricolo locale: è in questo frangente che la giovane Patrizia Federigi, titolare dell’azienda omonima, porta avanti con passione questo duro lavoro e inaugura la sua nuova stalla.

Come annuncia Coldiretti Genova il taglio del nastro è atteso per sabato 7 settembre, in via del Ramaceto a San Colombano Certenoli, con possibilità di visita alla stalla e ai 20 capi attualmente presenti, la maggior parte di razza Pezzata rossa italiana, mentre i restanti Blue Belga. Gli animali sono allevati da Patrizia in maniera non intensiva, a stabulazione libera, con le vacche al pascolo e munte con tecnica tradizionale. La moderna stalla, oltre ad essere un luogo sicuro per gli animali, agevolerà le manovre di mungitura utilizzando un sistema più moderno.

San Colombano Certenoli, dal punto di vista agricolo, era una zona vocata principalmente alla coltivazione di vite, nocciole, orticole e all’allevamento di bovini, ma lo sviluppo dell’area subì una battuta d’arresto a seguito della chiusura della Cooperativa locale avvenuta nel 2007. Le imprese presenti, la maggior parte di medie e piccole dimensioni, hanno comunque continuato a credere nelle potenzialità agricole del territorio e grazie anche a investimenti come questo la zona sta ripartendo a pieno regime.

“È un appuntamento importante  l’inaugurazione di una nuova stalla per la Val Fontanabuona – affermano in una nota congiunta presidente di Coldiretti Genova Valerio Sala e il direttore di Coldiretti Genova Francesco Goffredo – e dimostra che i nostri imprenditori agricoli non sono intenzionati ad abbandonare la zona con tutte le conseguenze che ne deriverebbero sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista paesaggistico ambientale. Mantenere pulito un campo o un pascolo è uno dei modi migliori per tutelare il territorio e allo stesso tempo produrre delle vere eccellenze. In Liguria la produzione regionale di latte si aggira intorno ai 230 mila quintali annui e si concentra prevalentemente nelle vallate interne della provincia di Genova. Donne come Patrizia si stanno rimboccando le maniche per far vedere le grandissimi potenzialità della nostra provincia, per fornire al consumatore un prodotto a km0 di qualità e per dimostrare, con il loro lavoro e spirito imprenditoriale, che possono essere il motore trainante per il rilancio dell’entroterra genovese. Non possiamo che fare i nostri migliori auguri a Patrizia invitandovi tutti all’inaugurazione”.