Quantcast
Episodio

Petardo e scontri con ragazzini davanti al consiglio regionale, tensione durante protesta operai ex Ilva

Sul posto oltre alla digos sono intervenuti i carabinieri in tenuta antisommossa e gli agenti delle volanti

Genova. Momenti di tensione questo pomeriggio davanti all’ingresso del consiglio regionale tra un folto gruppo di minorenni e alcuni operai dell’ex Ilva. Secondo quanto ricostruito tutto è cominciato con l’esplosione di un petardo all’esterno della sede della Regione.

In seguito al botto, che avrebbe spaventato alcuni ragazzini che stazionavano ai giardini Baltimora, gli operai dell’ex Ilva sono usciti all’esterno per capire cosa era accaduto e sono stati circondati e aggrediti verbalmente dai ragazzini che li accusavano di aver fatto esplodere il petardo.

Secondo alcuni testimoni invece sarebbero stati altri ragazzini a far esplodere dall’alto il petardo. I due gruppi sono anche venuti anche brevemente a contatto. Sul posto oltre alla digos sono intervenuti i carabinieri in tenuta antisommossa e gli agenti delle volanti a tenere separati i due gruppi con i giovanissimi che hanno continuato a inveire anche contro le forze dell’ordine accusando un operaio di aver colpito uno di loro. La situazione è tornata calma dopo quasi un’ora. La polizia sta al momento identificando alcuni ragazzi.

Più informazioni
leggi anche
  • Protesta
    Ilva, lavoratori pronti a dormire in consiglio regionale. Toti: “Spero in giornata arrivi convocazione tavolo”
  • Lavoro
    Ex-Ilva, lavoratori in presidio e corteo verso consiglio regionale: “Rispettate gli accordi”