Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nasce a Genova il Car Village del Gruppo GE, 20.000 metri quadri e 30 nuovi dipendenti fotogallery

Grande cerimonia di inaugurazione. Il sindaco Bucci: "Una storia di successo e di coraggio imprenditoriale esemplare"

Più informazioni su

Genova. Un investimento di 4 milioni di euro e meno di un anno di lavoro per un’intuizione imprenditoriale che si è trasformata in realtà: il Gruppo Ge, presente a Genova dal 1968, festeggia i suoi “50 anni + 1” con una serata di gala con oltre 400 persone per il suo nuovissimo “Car Village” in lungobisagno Dalmazia, in Val Bisagno.

Nuova sede Gecar

Non solo una concessionaria ma un palazzo dedicato all’auto a 360 gradi, con i marchi Toyota e Lexus, aperto nell’edificio che un tempo ospitava un centro per la grande distribuzione commerciale. 20 mila metri quadri di cui 12 mila al coperto, 700 di showroom e 3 mila di officina. “Diventiamo il punto di riferimento per l’automobile a Genova e in Liguria – dice Michele Montanella, presidente Gruppo Ge – grazie al progetto il gruppo ha incrementato del 30% i dipendenti, arrivando a 135 unità, cosa di cui siamo orgogliosi”.

“Il Car Village – aggiunge Francesco Montanella, direttore esecutivo Gruppo Ge – è una struttura strategica per la nostra azienda, che apre quindi la settima sede del gruppo in Liguria arrivando a coprire il 25% della quota di mercato sulla città di Genova”.

Alla cerimonia, allietata dalla comicità di Andrea Di Marco e dalla musica dal vivo, e a cui hanno partecipato molti esponenti del mondo politico, economico e istituzionale, anche il presidente della Regione Liguria e il sindaco di Genova Marco Bucci.

“Questa è una storia con molti elementi tipici del nostro modo di fare imprenditoria – ha detto Bucci – una famiglia che trasferisce di generazione in generazione il business e riuscirci non è facile, c’è una storia imprenditoriale sul territorio di successo, non solo da un punto di vista finanziario ma per il fatto che si capisce che quando c’è la crisi è il momento di tirarsi su le maniche e investire, un po’ come sta facendo la città, e quindi è un successo meritato. Questo è un esempio non solo per Genova ma anche per fuori, perché dimostra anche che a Genova si può investire e far fruttare gli investimenti meglio che dalle altre parti”.

Anche Toti ha commentato la nuova apertura e la storia del Gruppo GE: “Quanto è cambiato il mondo in 51 anni? Un largo lasso di tempo sì, ma non così largo, e che quindi ci dà l’idea di quanto corra la tecnologia, tra altri 51 anni i nostri nipoti faranno mestieri che oggi non esistono, ed è questa una grande sfida per chi amministra e anche per chi fa impresa. Io credo che questa iniziativa darà un grande ritorno soprattutto tenendo conto che avviene in un anno difficile come quello appena vissuto”.