Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“La notte bianca” illumina Sampierdarena foto

Più informazioni su

Genova. Sabato 14 settembre 2019 dalle ore 10.00 si terrà in Largo Pietro Gozzano e le vie limitrofe, la notte bianca. L’evento sarà animato con: uno “street food” e un Gran buffet, uno spettacolo con la Trilogia del Signore degli Anelli e tante altre cose divertenti.
Inoltre, ci sarà anche la baby dance e balli di gruppo che animeranno le vie di Sampierdarena.
Durante la manifestazione si terrà il mercatino di merci varie e creativi, negozi aperti fino a mezzanotte.

Alfonsina Cervelli, vice-presidente del Civ le “Ville storiche di Sampierdarena”, ha dichiarato «I tavoli ci saranno in Via Palazzo della Fortezza, Bar latteria di Aurora Fusini, fruttivendolo di Hassan Farida , Pasta fresca di Giorgio Bruno, Formaggiaio di Massimo Caminale, Polleria di Renato Mariotti, Panificio di Paola Maresca e Pietro Maresca, invece, Via Dottesio ci sarà Panificio di Franco Gaggerro, Carne equina di Rocco Pinto, Vinaio di Maurizio Caratello e Polleria di Franco Gabati, in totale 10 tavoli.

Il Pastificio artigianale “Primo Piatto – pasta fresca” di Giorgio Bruno farà gli gnocchi al pesto, i ravioli al ragù genovese, e i cuoricini di speck e trevisana con salsa di pinoli.
Gli ospiti saranno quelli che faranno vivere una storia fantastica a grandi e ai piccoli della storia chiamata il signore degli anelli la trilogia, il palco e in Largo Gozzano dove si potrà a ascoltare musica verso le 21 di tutti i generi.»

Fabio Papini, Consigliere al Commercio del Municipio II Centro Ovest, ha dichiarato «Il nostro quartiere ha subito un brutto colpo; dopo il crollo del ponte, alcuni commercianti/artigiani, hanno subito il danno, altri hanno dovuto lottare contro una maggiorazione di costi. E’ anche vero, che la struttura commissariale ha messo in atto vari bandi da €.15.000, a cui hanno potuto accedere alcuni commercianti. Detto questo, molti hanno continuato a gridare all’arrivo dell’Esselunga, cosa che doveva arrivare già da 2 anni, ma che non ha ancora messo piede sul nostro territorio e nel mentre venivano aperti 21 supermercati, senza che nessuno battesse ciglio. In tutto questo, per fortuna c’è gente che ha aperto nuove attività, ha rinnovato il proprio negozio, come chi ha deciso, nonostante sia nella zona più vicina al ponte e abbia avuto dei contributi, di rimanere e scommettere ancora su via Fillak e le vie limitrofe. Penso che il commercio, e l’ho sempre detto e scritto, sia la spina dorsale del territorio. Senza un buon livello commerciale, le zone sono costrette a degradarsi. Dal degrado commerciale a quello sociale sono solo pochi anni e la cosa vale anche all’inverso. E’ per questo che continuo a chiedere all’attuale amministrazione, come lo chiedevo a quella passata, controlli nei locali che portano degrado. Controlli per chi non rispetta le regole, in questo modo, solo chi lavora onestamente potrà vedere i propri sforzi realizzati. Ovvio che ci vogliono investimenti e bisogna ascoltare chi lavora e vive sul territorio. Anche per questo, mi aspetto un’attenzione sulla realizzazione del master plan, dell’area del sottoponte. Infine, ringrazio tutti i CIV di San Pier D’Arena per ciò che hanno fatto, stanno facendo e faranno, perché grazie a loro il nostro quartiere è vivo. Vedere gente che nonostante il “pericolo” passato siano sempre in gioco, mi fa sentire orgoglioso di essere un Sampierdarenese. Il mese di settembre è un mese dove i CIV, da soli o unitamente alle Parrocchie, daranno vita a una serie di eventi in cui non ci si potrà annoiare e in cui si potrà vedere la forza di questi imprenditori, alle volte “brotoloni”, ma ricchi di voglia d’andare avanti. Da parte mia solo un ringraziamento.»