Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La migliore osteria d’Italia? Secondo Slow Food è la Brinca di Né

Il premio più ambito è stato assegnato a Milano alla presenza del Presidente Carlin Petrini e del Sindaco Giuseppe Sala

Più informazioni su

Genova. Dal 1987 (ma in realtà con gli avi, già dagli anni Trenta) portano avanti la migliore cucina del territorio in quel della Valgraveglia. La Brinca di Né è cresciuta di giorno in giorno senza mai abbandonare la propria storia e quei sapori così tradizionali. E lo sforzo della famiglia Circella è stato ripagato.

Ieri La Brinca ha ricevuto a Milano durante la presentazione della guida Slow Food Osterie d’Italia la targa per “miglior oste 2020”, la più ambita. Alla presenza del presidente dell’associazione Carlin Petrini e del sindaco Giuseppe Sala, La Brinca ottiene anche la consueta chiocciola.

Celebre per il suo preboggion ricchissimo e per la sua cantina sterminata, ma anche per tanti altri piatti preparati con sapienza e originalità, La Brinca è un’osteria a gestione familiare che resta nel cuore di chi l’abbia frequentata anche solo una volta.

Le osterie “chiocciolate” da Slow Food in Liguria quest’anno sono 10: Badalucco, Cian de Bià; Bordighera, Magiargè Vini e Cucina; Calizzano, Mse Tutta; Castelnuovo, Magra Armanda; Dolceacqua, A Viassa; Lavagna, Raieü; Luni, Da Fiorella; Mele, Baccicin du Caru; Ne, La Brinca; Rapallo, U Giancu.