Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Governo, ecco la lista dei 21 ministri del Conte bis, nessun ligure

Il giuramento domattina. Alle infrastrutture Paola De Micheli (Pd)

Ventuno ministri, di cui 10 appartenenti al Movimento 5 Stelle, nove al Pd, un tecnico e un esponente di Liberi e Uguali. Sette le donne. Giuseppe Conte ha sciolto la riserva e ha annunciato la lista dei ministri del suo nuovo governo, che giurerà domattina.

Nessun ligure nella lista, dopo il passo indietro dello spezzino Andrea Orlando, che era dato tra i papabili, ma la decisione di presentare un solo ex ministro, alla fine ha favorito Dario Franceschini, che è tornato al Mibact (la delega del turismo torna dal ministero dell’Agricoltura a quello dei Beni culturali). Orlando, proprio ieri su Facebook aveva scritto: “Ringraziando Zingaretti per la proposta ho declinato per due ragioni. La prima è che, come ripeto da settimane, la nostra richiesta di discontinuità implica la necessità di una forte innovazione anche nella nostra compagine. E non si può chiedere ad altri quello che non si è in grado di chiedere a noi stessi. La seconda, la più importante, è che credo che la scommessa che stiamo facendo si gioca in larga parte nella società e in questo senso sarà determinante il ruolo del nostro partito. Rimanere a dirigerlo è per questo un onore ancora più grande e parte integrante della battaglia che dovremo condurre insieme”.

Il tecnico è Luciana Lamorgese, dal 2017 prefetto di Milano, dal 2013 ricopriva il ruolo di capo di Gabinetto del ministro dell’Interno. Sarà lei a prendere il posto di Matteo Salvini.

Alle Infrastrutture e trasporti, altri ministero particolarmente sotto i riflettori in Liguria, la piacentina Paola De Micheli (Pd), vicesegretaria del Pd, prima parte della corrente bersaniana e lettiana, è stata sottosegretario all’Economia del governo Renzi e poi commissaria per la ricostruzione nelle zone terremotate del Centro Italia sotto il governo Gentiloni. Nell’ultimo periodo si è schierata con Nicola Zingaretti, di cui ha curato la campagna per le primarie.

• Interno: Luciana Lamorgese;
• Economia e Finanze: Roberto Gualtieri;
• Affari Esteri e Cooperazione internazionale: Luigi Di Maio;
• Lavoro e Politiche Sociali: Nunzia Catalfo;
• Sviluppo Economico: Stefano Patuanelli;
• Difesa: Lorenzo Guerini;
• Rapporti con il Parlamento: Federico D’Inca’;
• Innovazione: Paola Pisano;
• Pubblica Amministrazione: Fabiana Dadone;
• Affari regionali: Francesco Boccia;
• Sud: Giuseppe Provenzano;
• Pari Opportunità e Famiglia: Elena Bonetti;
• Affari europei: Enzo Amendola;
• Giustizia:Alfonso Bonafede;
• Ambiente: Sergio Costa;
• Infrastrutture e Trasporti: Paola De Micheli;
• Politiche Agricole, Alimentari e Forestali: Teresa Bellanova;
• Istruzione, Università e Ricerca: Lorenzo Fioramonti;
• Beni e Attività Culturali e Turismo: Dario Franceschini;
• Salute: Roberto Speranza;
• Sport e alle Politiche Giovanili: Vincenzo Spadafora.
• Sottosegretario alla presidenza del Consiglio: Riccardo Fraccaro