Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa trafitto al rientro negli spogliatoi, poi pareggia e frana nel finale: 3 a 1 per il Cagliari risultati

Un colpo di testa di Simeone nel primo minuto del secondo tempo sblocca il risultato. Nel finale Kouamé pareggia, ma un'autorete di Zapata e Joao Pedro danno i 3 punti ai sardi

Più informazioni su

Cagliari. Cagliari e Genoa, prima di oggi, non hanno avuto un inizio di campionato particolarmente brillante. Il Grifone, con due partite giocate sul campo di casa, aveva un bilancio in equilibrio: nell’ordine: un pareggio, una vittoria, una sconfitta. I sardi avevano ottenuto un punto in meno, avendo all’attivo una sola vittoria.

Questa sera, alla Sardegna Arena, il Cagliari ha avuto la meglio sul Genoa, infliggendo ai liguri il secondo ko consecutivo.

La cronaca. Il Cagliari allenato da Rolando Maran si schiera con un 4-3-1-2 con Olsen; Cacciatore, Pisacane, Ceppitelli, Pellegrini; Nandez, Cigarini, Ionita; Castro; Joao Pedro, Simeone.

A disposizione ci sono Rafael, Klavan, Lykogiannis, Pinna, Walukiewicz, Birsa, Deiola, Oliva, Rog, Cerri, Ragatzu.

Aurelio Andreazzoli schiera il Genoa con il 3-4-1-2 con Radu; Criscito, Zapata, Biraschi, Ankersen, Pajac; Schöne, Radovanovic; Saponara; Kouamé, Favilli.

In panchina siedono Jandrei, Marchetti, Barreca, Cassata, Ghiglione, Goldaniga, Romero, Lerager, El Yamiq, Pandev, Pinamonti, Sanabria.

Arbitra Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo, assistito da Salvatore Longo (Paola) e Valerio Vecchi (Lamezia Terme); quarto uomo Simone Sozza (Seregno). Addetti al Var Daniele Chiffi (Padova) e Pasquale De Meo (Foggia).

Il Cagliari gioca con la classica divisa a quarti rossoblù; Genoa in campo con la terza maglia, bianca con la croce di San Giorgio rossa. Gli spettatori sono circa 14.500.

I liguri partono all’attacco e al 2° ci prova Favilli al volo: a lato.

Al 4° ripartenza dei padroni di casa orchestrata da Joao Pedro che cerca Nandez, Criscito e Pajac evitano il peggio e lo fermano.

Al 7° cross di Ankersen dal fondo mette in mezzo: Saponara va al tiro al volo e manda alto.

Al 9° tiro-cross di Simeone, la difesa genoana respinge.

Cagliari pericoloso all’11° con Pellegrini che si invola sulla sinistra, rientra sul destro e chiama Radu alla parata in tuffo. Sugli sviluppi del calcio d’angolo Pisacane viene dimenticato dalla difesa genoana e colpisce di testa: alto.

Cigarini resta a terra e non si gioca per un paio di minuti; il centrocampista viene fasciato alla coscia.

Al 19° Kouamé difende palla in area, prova la girata ma Ceppitelli lo ferma.

Al 20° cross di Nandez, testa di Joao Pedro da buona posizione: debole, Radu controlla.

Stoccata di Castro dalla distanza al 21°: alta di poco. Cambio di fronte: tocco di Saponara sulla destra per Pajac, palla di nuovo a Saponara che calcia alto.

Al 24° dalla sinistra Pellegrini mette in mezzo, Joao Pedro prova ad arrivare sul pallone ma la difesa del Genoa respinge.

Al 26° cross di Pajac all’interno dell’area sarda, Olsen respinge con i pugni.

Al 30° Joao Pedro si muove bene sulla sinistra, rientra verso il centro e conclude col destro: alto.

Al 31° Cagliari pericoloso: Ionita va al tiro, si trasforma in un assist per Simeone che di testa manda in tuffo manda a lato di pochissimo.

Al 33° grossa occasione per il Genoa: Schöne salta più avversari seminando il panico tra le maglie dei locali e serve Kouamé che da pochi passi incorna ed impegna Olsen in una parata non facile.

Radovanovic si rifugia in angolo su un cross di Nandez; il corner non crea pericoli alla difesa ligure.

Al 38° Joao Pedro viene ammonito per proteste.

Radu e Radovanovic al 40° rischiano di combinare un pasticcio in difesa ma se la cavano.

Al 41° Nandez si fa gran parte del campo palla al piede, la tocca a Castro, da questi ancora a Nandez che però non è abbastanza lucido per concludere bene; inoltre era in fuorigioco.

Al 45° Ankersen imbecca Schöne che prova la botta al volo e manda alto.

Si rientra negli spogliatoi dopo 1 minuto di recupero sul risultato di 0 a 0, al termine di un primo tempo vivace.

Secondo tempo e alla prima occasione i padroni di casa sbloccano il risultato. Cross dalla sinistra di Ionita, perfetto tempismo di Simeone che di testa insacca. Al 1° minuto Cagliari in vantaggio.

Il Genoa pare accusare il colpo e i sardi gestiscono a lungo il pallone tenendo il Grifone lontano dalla propria area.

Al 10° cambio a centrocampo tra i locali: entra Oliva al posto di Cigarini, che paga l’infortunio.

Al 12° Zapata chiude su Simeone, che stava per ricevere un buon pallone da Ionita.

Il Cagliari pressa con insistenza, la retroguardia genoana deve faticare e rischia qualcosa in più di una circostanza.

Al 17° Kouamé guadagna un angolo. Lo batte Schöne, scambio corto con Saponara, palla a Pajac che crossa per Favilli, il quale di testa manda a lato di poco. Ma era in offside.

Al 18° Manganiello assegna un calcio di rigore per il Genoa per un fallo di mano di Cacciatore su cross di Pajac. Il Var, però, rettifica: il giocatore era nettamente fuori dall’area. Punizione dal limite: Schöne calcia sulla barriera.

Al 26° Nandez dalla destra mette un buon pallone per Joao Pedro, Zapata lo anticipa e si rifugia in angolo.

Al 29° viene ammonito Saponara. Andreazzoli effettua un doppio cambio: entrano Pandev e Lerager, escono Saponara e Ankersen. Il Genoa passa al 4-2-3-1.

Alla mezz’ora Zapata anticipa ancora Joao Pedro in angolo. Lo stesso Joao Pedro mette in mezzo, Radu in presa fa suo il pallone.

Al 32° entra Sanabria al posto di Favilli. Un minuto dopo, nel Cagliari, Castro lascia il posto a Rog.

Al 37° l’autore del gol, Simeone, lascia il posto a Birsa.

Al 38° il Genoa pareggia. Sanabria tocca dietro per Kouamé che spara un missile di destro che si infila sul primo palo. 1 a 1.

La parità dura poco meno di un minuto. Al 39° cross teso di Nandez, Birsa manca l’intervento e Zapata con un intervento scomposto infila la propria porta. Cagliari avanti 2 a 1.

Al 42° scivolata di Lerager che colpisca Zapata, Joao Pedro si impossessa del pallone, contropiede del Cagliari due contro zero con il numero 10 e Ionita, Joao Pedro finta il passaggio, va al tiro e fredda Radu. 3 a 1.

I minuti di recupero sono 4, nei quali il Genoa guadagna un angolo ma niente di più.

Il Genoa esce sconfitto per 3-1 e dopo 4 giornate si ritrova nella metà bassa della classifica con 4 punti. Mercoledì 25 settembre alle ore 21 è in programma Genoa-Bologna.