Quantcast
Evento

Fitness e divertimento per supportare il “Centro per non subire violenza”. Sabato 28 settembre al Porto Antico

Da gennaio ad oggi il Centro antiviolenza ha ricevuto 355 richieste di aiuto

Genova. In collaborazione con il Coordinamento Regionale di ICYFF (Indoor Cycling & Fitness Federation) con Paola Manerba, la prima Master Trainer donna in Italia e la prima donna in Liguria, abbiamo organizzando la seconda edizione di Genova Group Cycling, un evento benefico a favore del nostro Centro Antiviolenza.

L’evento si svolgerà il 28 settembre 2019 nella Piazza delle Feste di Porto Antico dalle ore 14.00 alle ore 20. Sarà articolata in 5 rides di Group Cycling condotte da Master provenienti da diverse Regioni (Sicilia, Piemonte, Reggio Emilia, Toscana). Ad ogni partecipante sarà regalata dal Centro antiviolenza una spilla con la scritta “insieme contro la violenza”, che verrà indossata dai partecipanti e dallo staff.

L’evento è patrocinato dalla Regione Liguria e dal Comune di Genova. Un evento unico di Indoor Cycling , organizzato annualmente dal 2009, con 200 bike che dà la possibilità a più di 400 persone di praticare questa attività sportiva insieme a ritmo di musica, in una location magica per ritagliarsi un momento di benessere per sé, un momento di condivisione, compartecipazione, di aggregazione, un momento di serenità per stare a fianco alle donne e bambini sostenuti nel loro percorso di uscita dalla violenza dal nostro Centro e alle future donne che si rivolgeranno al Centro.

L’obiettivo dell’evento è quello di sensibilizzare la tematica della violenza di genere, promuovendo e dando visibilità al nostro Centro Antiviolenza aiutando a far emergere il “sommerso”. Il ricavato verrà utilizzato per rinnovare l’arredamento nell’alloggio sociale Carlo Rolando gestito dal Centro.

Il Centro ogni anno sostiene circa 300 donne con percorsi personalizzati che iniziano con un con colloquio individuale, per poi proseguire con consulenze psicologiche, legali civile e penali, sportello di orientamento al lavoro e laboratorio teatrale a seconda dei bisogni. Gestiamo gruppi per il cambiamento e gruppi sulla genitorialità per supportare le donne in questi momenti difficili e per sostenerle nella riscoperta del proprio valore e nel rafforzamento del ruolo genitoriale. Insieme alle donne co-progettiamo i loro progetti residenziali nella Casa Rifugio ad indirizzo segreto e nei due alloggi verso l’autonomia. Il personale del Centro antiviolenza è esclusivamente femminile, vi sono educatrici, counsellors, psicologhe, avvocate, notaie altamente qualificate, con una formazione continua e un’esperienza ventennale. Abbiamo da poco attivato una convenzione per la consulenza notarile con l’ordine dei notai. Da circa un anno abbiamo aperto il primo sportello antiviolenza a Recco. Da gennaio ad oggi il Centro antiviolenza ha ricevuto 355 richieste di aiuto.