Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Facebook oscura Casapound ma la pagina della sede genovese resta aperta. Sabato l’Ugl ospita la presentazione di un libro edito da Altaforte

Il dossier di Genova Antifascista sull'ennesima iniziativa mascherata di Casapound: presente anche il giornalista del giornale dei Poundini

Genova. Facebook ha oscurato ieri, apparentemente in via permanente, tutte le pagine Facebook e Instagram di Casapound e Forza nuova oscurando anche quelle dei principali leader. Addio alle pagine locali di Casapound, a quelle di Blocco studentesco, a quelle di Solid onlus, collegata a Casapound. Ovviamente al lavoro certosino degli informatici dell’azienda di Zuckemberg sono sfuggiti tanti profili e pagine. a Genova per esempio resta ben visibile la pagine della Risoluta, la sede di Casapound in via Montevideo, che non a caso pubblicizza un evento che sta già facendo discutere.

Sabato 14 settembre alle 18 nella sede dell’Ugl in via di Brera sarà presentato il libro edito da Altaforte (la casa editrice legata a Casapound fatta sloggiare quest’anno dalla Fiera del libro di Torino dopo la polemica intorno alla biografia dell’ex ministro Salvini) “Nascosti tra le foglie” di Franco Nerozzi, fondatore nel 2001 di Popoli onlus, sorta di sorella maggiore si Sol.id la onlus di Casapound (anche questa pagina è stata chiusa a differenza di Popoli onlus che invece è ancora aperta).

A presentare il libro sarà il giornalista del primato nazionale (il periodico di Casapound) Alberto Palladino. Su Nerozzi, Palladino e gli altri che saranno presenti a Genova sabato pomeriggio Genova antifascista ha preparato un dossier documentato.

Eccone uno stralcio riferito proprio a Palladino: “Zippo, come lo chiamano i suoi amici camerati, è un militante e dirigente di CasaPound, a 21 anni venne arrestato dopo gli scontri di Piazza Navona, nei quali un gruppo di militanti di Blocco Studentesco, tra i quali anche il rampante imprenditore Francesco Polacchi, aggredì gli studenti che manifestavano contro l’approvazione della riforma Gelmini. Per l’episodio Palladino venne condannato ad un anno e nove mesi. Nella notte del 3 novembre 2011
Zippo partecipò all’aggressione fascista di Via dei Prati Fiscali. Con caschi, mazze e bastoni una quindicina di militanti di destra aggredì alcuni militanti del PD mentre attaccavano dei manifesti. Dopo un lungo processo il 21 settembre 2017 la Cassazione ha messo la parola fine a questa vicenda. Due anni e due mesi la condanna, ma Zippo che aveva già scontato un mese di reclusione, e sei mesi di arresti domiciliari, non tornerà in carcere ma verrà affidato ai servizi sociali.

Sarà grazie a questo curriculum che nel 2013 CasaPound decide di candidare Palladino per
ricoprire la carica di deputato alla Camera alle elezioni politiche del 24/25 febbraio, e successivamente sarà candidato a ricoprire la carica di presidente de Municipio Roma III”.

A presentare il libro ci sarà il padrone di casa: Ettore Rivabella. Pensionato, ex funzionario direttivo Deutsche Bank, Dirigente Nazionale UGL e Responsabile UGL Liguria, è un esponente di CP della prima ora. Amico dei dirigenti di Casapound e Lealtà azione di Genova e della Llguria come di politici istituzionali dalla Lega a Fratelli d’Italia.

Ecco il dossier completo sui protagonisti della presentazione del libro del 14 settembre realizzato da Genova antifascista: Indovina chi viene a zena con foto