Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coppa Italia Promozione: bene Arenzano, Vallescrivia e Goliardicapolis

Secondo turno che si rivela già decisivo per diverse squadre

Tornano in campo le squadre di Promozione ligure impegnate nella seconda giornata di Coppa Italia di categoria. Tutte in campo anche se scaglionate nel fine settimana su orari diversi.

Molto equilibrato il Girone B, uno dei due savonesi, che vede tre squadre a pari merito dopo due gare. Partita scoppiettante fra Legino e Ceriale con qualcosa come 9 reti al triplice fischio e un dinamismo da parte di entrambe che sembra di ben altro periodo di stagione. Apre le marcature la squadra di casa con Tobia al 39°, ma un minuto dopo sale in cattedra bomber Daddi che sarà il mattatore della gara. Pareggio al 40°, poi ancora a segno al 43° e 45° e al riposo il Ceriale ha già ribaltato e messo al sicuro, almeno virtualmente il risultato.

Il Legino non ha reazioni e gli ospiti dilagano con Dominici al 56°e ancora con Daddi che firma il suo poker personale e il provvisorio 1-5 che ha del clamoroso. I cerialesi, però si siedono sul risultato e rischiano di subire una clamorosa rimonta. Perché se Daddi fa il bello ed il cattivo tempo per quasi tutta la gara, sul fronte savonese è Romeo a scatenarsi e a siglare una tripletta in 5’ finali. Si arriva fino al 4-5 con il rammarico per il Legino di essersi svegliato tardi. Resta comunque probabilmente la più bella partita vista fin qui in Coppa. Nello stesso girone al Bragno basta un calcio di rigore siglato da Torra al 65° per espugnare Pietra e conquistare i primi tre punti. Allo stesso tempo la Loanesi resta l’unica squadra a zero punti e sarà decisiva quindi l’ultima giornata.

Nel Gruppo C è invece una corsa a due fra Arenzano e Celle Ligure che viaggiano con il vento in poppa dopo due turni. Stesso risultato casalingo per entrambe le formazioni con Damonte e due volte Raiola (che sbaglia pure un rigore) che regalano i tre punti ai cellesi sulla Veloce, mentre l’Arenzano si prende il derby con il Varazze prendendo le redini del gioco con Zanini al 20° e Bianchi al 35°. Reazione dei nerazzurri al 39° di Guerrieri. Gara equilibrata nel resto della gara finché ancora Bianchi la chiude a 10’ dalla fine.

Girone D che vede il Vallescrivia sola in testa espugnando il campo della Sestrese. Subito avanti i valligiani con Vicini che al 10° salta un avversario e fredda il portiere Rovetta con un tiro teso. Gara che non regala tantissime emozioni se non il buco di Delgado che da due passi fallisce la deviazione pericolosa. La Sestrese trova il pareggio al 60° su calcio di rigore per fallo di mano. Dal dischetto non sbaglia Zani che impatta. Proprio gli undici metri, però sono decisivi perché ad un giro di lancette dal novantesimo Camara stende Matranga in area. Dal dischetto non sbaglia Fassone che fa 1-2.

Nello stesso gruppo si rilancia la Praese che va a vincere a Marassi in una gara ricca di emozioni. Al 12° primo episodio con un rigore assegnato per l’atterramento di Cisternino in area Sestrese. Dal dischetto va Rossi, che però stampa la palla sul palo ed il risultato resta sullo 0-0. Il centrocampista si rifarà al 22° con un tiro da ben più lontano che si infila nell’angolino sblocca il parziale. Si va al secondo tempo con la gara che sembra bloccata, ma in realtà cambierà tutto nel finale. Al 64° un calcio di rigore per il Marassi consente a Brema di pareggiare il punteggio. I padroni di casa sfruttano l’onda emotiva positiva e due minuti dopo Vulpes ribalta il parziale. Ancora un rigore, però rimette tutto in gioco. Dal dischetto va Minardi che fa 2-2. Da qui la Praese prende in mano il gioco e al 75° torna a condurre ancora con Rossi che fa tutto da solo e firma il 2-3. Il Marassi ha la possibilità di pareggiarla ancora, ma la punizione di Stradi si stampa sulla traversa. Il colpo di grazia è ancora di Rossi che completa una giornata quasi perfetta con la tripletta che regala tre punti fondamentali alla Praese.

Vittoria esterna nel Gruppo E della Goliardicapolis che supera il Little Club e balza al comando del girone sola a punteggio pieno. Un gol per tempo e i blugranata passano. All’8° la sblocca Siciliano di testa, nel secondo tempo chiude i conti Sighieri con la Goliardica che vince meritatamente. Nell’altra gara primi tre punti del Serra Riccò che condanna alla matematica eliminazione il Via dell’Acciaio con una vittoria all’inglese. Vantaggio che arriva al 23° con Lobascio, dimenticato dalla difesa locale nell’area piccola. Cross che arriva dal calcio d’angolo e l’attaccante gialloblù può depositare di testa senza problemi da due passi. Il Via dell’Acciaio fa più gioco nel resto della partita, ma è poco concreto e al 75° ancora Lobascio punisce una difesa non perfetta del Via dell’Acciaio, anticipa tutti sul cross basso dalla fascia e firma il definitivo 0-2.

Il Girone F completa il quadro delle genovesi con il Bogliasco che resta primo nel gruppo, ma con il Real Fieschi arriva solo un pareggio, peraltro raggiunto solo nel finale visto che sono i cogornesi passano al 20° con Mosto su calcio di rigore. La reazione del Bogliasco viene fermata dal palo colpito da Pintus, alla mezzora. Nel secondo tempo recrimina anche il Real perché Allocca ci prova in corsa, ma il suo tiro colpisce la traversa. Biancorossi che comunque riescono a rimetterla in piedi a 10’ dalla fine con un colpo di testa di Origlia che interviene su una punizione messa in area e batte Ghirlanda. Succede tutto nella ripresa fra Golfo Paradiso e Sammargheritese. Dapelola sblocca per i suoi, risponde Monticone è decisivo il gol di Gambarelli che rilancia le speranze degli arancioblù.