Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Comune di Genova aderisce a progetto proposto da associazione contro le unioni civili

Il forum delle Famiglie si ispira ai dettami della Chiesa Cattolica sui temi di famiglia e genitorialità

Genova. Il Comune di Genova aderisce all’accordo sperimentale dei comuni liguri orientati alla famiglia proposto dal Forum Ligure delle associazioni familiari. Lo ha stabilito una delibera adottata nei giorni scorsi dalla Giunta comunale su proposta dell’assessore Francesca Fassio. Referente del Forum sarà Simonetta Saveri nella sua qualità di Responsabile dell’Agenzia per la Famiglia del Comune di Genova.

Ma che cosa è questo Forum Ligure delle associazioni familiari? Da statuto è una associazione si associazioni che operano nel territorio a favore della famiglia, ma famiglia intesa in senso cattolico: sempre nello statuto infatti, tra i principi inspiratori troviamo la Chiesa Cattolica, oltre alla costituzione italiana, e la Carta dei diritti della Famiglia della Santa Sede (1983).

In questo documento, riportato anche nello statuto del forum c’è un preciso riferimento alla famiglia intesa esclusivamente come quella “fondata sul matrimonio, unione intima di vita nella complementarità tra un uomo e una donna, che si costituisce con il legame indissolubile del matrimonio liberamente contratto e pubblicamente espresso, ed è aperta alla trasmissione della vita” e che “il matrimonio è l’istituzione naturale alla quale è affidata in maniera esclusiva la missione di trasmettere la vita”.

Il progetto a cui ha aderito al civica amministrazione genovese prevede un “fare rete” tra istituzioni aderenti al Forum, per mettere a disposizione atti e progetti per la creazione di una banca dati di buone pratiche già adottate da ogni singolo comune o adottate nel corso della sperimentazione; partecipare ad una riunione d’indirizzo all’anno regionale ed una locale; collaborare alla partecipazione in rete ad eventuali bandi pubblici e privati, anche coinvolgendo il terzo settore e sostenere, nelle modalità condivise dalla rete, la realizzazione della Biennale della Famiglia del 2020 a Sanremo e la precedente riunione tecnica del 2019, in preparazione, sul primo dei tre argomenti prioritari indicati nel presente documento: la natalità.

“Fin dall’inizio – sostiene Saveri – l’Agenzia per la famiglia ha lavorato in rete con famiglie, associazioni, gruppi, enti, scuole, aziende. Questa è la nostra forza e queste sono le nostre fondamentali risorse. Sono felice dell’adesione alla proposta del Forum Ligure delle Associazioni Familiari e sono certa che la collaborazione, la condivisione, il confronto e il sostegno reciproco porteranno grandi frutti”. Non per tutti.