Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Carcere di Marassi, lancio dall’esterno di una palla “farcita” di telefonini ma il pacco finisce in mano a una guardia

"Difficile risalire agli autori del lancio visti i guasti del sistema di videosorveglianza", dice il segretario Uilpa Liguria Fabio Pagani

Più informazioni su

Genova. Era una sorta di palla rudimentale, fatta di carta e nastro adesivo ma al suo interno conteneva quattro telefoni, due smartphone e due microtelefoni. Il lancio è partito da qualche parte, fuori il carcere di Marassi (lato stadio) ma anziché finire in mezzo ai detenuti, il pacco illegale è caduto vicino a un agente di polizia penitenziaria.

A diramare la notizia dell’episodio, ridicolo quanto preoccupante, è il sindacato Uil-Pa. I fatti sono avvenuti ieri pomeriggio mentre un centinaio di detenuti stava trascorrendo l’ora d’aria in cortile. La “palla” è finita nell’area passeggi ed è stata intercettata da un agente nei pressi del muro di cinta.

“Sarà difficile risalire agli autori del lancio visti i guasti del sistema di videosorveglianza”, fa notare il segretario della Uilpa Liguria Fabio Pagani che ricorda anche come a Marassi siano presenti 750 detenuti contro una capienza regolamentare di 450.