Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cappotto pescarese (0-3) per la Sampdoria Primavera

In dieci, dopo pochi minuti (espulsione di Veips), i ragazzi di Cottafava affondano in Abruzzo

Pescara. Al “Delfino Trading Center” di Sant’Angelo (Pescara), si completa un week end decisamente buio per il pianeta blucerchiato, con la Primavera trascinata anch’essa nel “buco nero” in cui è finita la prima squadra.

Che tira aria brutta, si capisce subito, al 7°, quando solo un salvataggio sulla riga, impedisce il goal a Manè, e la conferma arriva all’11°, con Bocic messo giù al limite da Veips, che si becca il rosso e lascia la Samp in dieci.

Da quì in avanti è un monologo dei pescaresi, ch chiudono il primo tempo con uno schiacciante 3-0, frutto delle reti di Borelli (al 18°), Pavone (al 31°) e Masella (al 42°).

Il secondo tempo non aggiunge niente di commentabile, a livello di occasioni, mentre ben altre sarebbero le considerazioni da fare sul momento che sta attanagliando il mondo Samp… dove la rassegnazione sembra il sentimento dominante...

La formazione blucerchiata:

Sampdoria (3-4-3): Avogadri; Rocha, Veips, Pastor; Ercolano (dal 46° Chrysostomou), Brentan (dal 67° Siatinius), Pompetti, Giordano; Sabattini (dal 37° Obert), Prelec (dal 67° Scaffidi), Yayi Mpie (dall’80° Amado).

A disposizione: Boschini, Zovko, Maggioni, Sorensen, Canovi, Casanova