Cantiere ponte, "basta martelli pneumatici anche di notte". Il Campasso chiede di poter dormire - Genova 24
Problema

Cantiere ponte, “basta martelli pneumatici anche di notte”. Il Campasso chiede di poter dormire

I cittadini si sono presentati in consiglio comunali, tra le loro richieste anche maggiore trasparenza su detriti, rilevamenti e condizioni dell'elicoidale

Generica

Genova. “Il Campasso desidera dormire”, “Basta polveri”, “Il Campasso esiste”. Una trentina di cittadini del quartiere della Valpolcevera che più ha a che fare con i cantieri di demolizione di Ponte Morandi e di quelli di costruzione del nuovo ponte hanno assistito come pubblico alla seduta di oggi del consiglio comunale e hanno manifestato, mostrando alcuni cartelli poi fatti ritirare, contro le condizioni difficili in cui si trovano a vivere giorno e notte.

“Dopo il problema delle polveri – dice Rosy Gallucci, vice presidente associazione salute e ambiente ponente – abbiamo quello del rumore, non si può dormire, i lavori proseguono a qualsiasi ora del giorno e della notte, ed è ancora estate, abbiamo le finestre aperte”.

Il gruppo di cittadini ha chiesto un incontro con i capigruppo, e presentato un volantino con tutte le istanze: a partire dalla richiesta di un maggior passaggio di idropulitrici in via del Campasso, di bagnature costanti sia delle strade di cantiere sia dei cumuli di materiale e detriti, i dati della centralina fonometrica presente in via del Campasso, nello specifico quelli notturni, ma anche i motivi dell’eliminazione della stessa centralina.

Il comitato chiede inoltre di vietare almeno l’uso di martelli pneumatici e di cingolati dalle ore 24 alle ore 6.

E naturalmente chiarezza e trasparenza sui detriti depositati vicino alle case, sulle rilevazioni effettuate negli scorsi giorni presso la struttura elicoidale e i dati dei carotaggi effettuati sui piloni e un maggiore attenzione al versante collinare del cantiere, ormai disboscato, e che desta preoccupazione negli abitanti soprattutto per quanto riguarda le possibili forti piogge del periodo autunnale.

Più informazioni
leggi anche
Generica
Protesta
Convivenza impossibile con il cantiere del ponte, il comitato ai confini della zona rossa manifesta in via Fillak