Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Aon Open Challenger: Sonego vince due partite in un giorno, Andreozzi fa fuori Kohlschreiber foto

Avanti in due set gli spagnoli Davidovich Fokina e Ramos-Vinolas

Genova. Si comincia alle ore 14 a Valletta Cambiaso nel venerdì dell’Aon Open Challenger. Si inizia con la prosecuzione della partita terminata ieri e con la prima semifinale del doppio. Poi, spazio ai quarti di finale del singolo.

Ecco gli aggiornamenti degli incontri odierni.

Campo centrale: Sonego Lorenzo – Vesely Jiri 6/7 7/6 7/5

Alla ripresa del gioco sembra essere Sonego a pagare cara la sospensione: al servizio, perde il gioco senza mettere a segno nemmeno un punto. Vesely, al contrario, chiude con un ace il gioco a 15 e va 4/1. Sembra finita, tanto più che Lorenzo fatica ancora in battuta per andare sul 4/2. Però, nel game successivo, brekka l’avversario a 30. Poi è un netto dominio del servizio e si arriva nuovamente al tie-break. E qui Sonego è perfetto: 7 a 0 e match in parità. Nel terzo set non ci sono break. Nei primi dieci giochi entrambi devono annullare due palle break. Nel complesso si contano tre ace di Vesely e due di Sonego, un doppio fallo per parte. Avanti 5/4, sul servizio dell’avversario Sonego arriva a due punti dal match, ma è 5/5. Lorenzo, nonostante un doppio fallo, tiene la battuta a 30: 6/5. Il pubblico incita a gran voce il torinese. Vesely al servizio: 0-15, poi spara un diritto lungo e quindi alza un pallonetto, lungo, ed è 0-40. Tre palle match. Sonego va a rete e la chiude: 7/5.

Campo numero 1: Middelkoop Matwe / Zelenay Igor – Behar Ariel / Escobar Gonzalo 3/6 3/6

La coppia numero 1 del torneo parte forte, tenendo il servizio a 0. Ma nei due successivi turni di battuta, Middelkoop e Zelenay devono fronteggiare una palla break e il sudden death point. In entrambi i casi ci riescono e si arriva al 3/3. La coppia sudamericana, però, è davvero determinata e nel settimo gioco strappa il servizio agli avversari a 0. Poi Behar ed Escobar vincono un altro gioco a 0 e completano l’opera facendo un altro break: 6/3. La striscia positiva dell’uruguaiano e dell’ecuadoriano arriva a sette giochi di fila, infatti si portano sul 4/0 nel secondo set, concedendo solamente due punti agli avversari. La reazione di Middelkoop e Zelenay c’è, con un break nel quinto gioco, ma è tardiva. A Behar ed Escobar basta dare il massimo negli ultimi due turni di servizio per chiudere 6/3. Cade la coppia numero 1 del torneo; in finale va un duo che non era tra le quattro teste di serie.

Campo centrale: Davidovich Fokina Alejandro – Daniel Taro 6/4 6/4

Comincia al servizio Davidovich Fokina ed è subito break; immediato il controbreak. Lo spagnolo tiene la battuta a 0 e strappa il servizio all’avversario a 15: 3/1. Ma Daniel si riscatta con un game straordinario in risposta, vinto a 0. Si va sul 3/3, poi sul 4/4 e Alejandro deve fronteggiare una palla break: la annulla. Stessa sorte per Taro nel game successivo, sul 30-40, ma non è altrettanto bravo: Davidovich Fokina vince il primo set per 6/4. Anche nel secondo set si parte con break del giapponese e controbreak dello spagnolo. Poi, nel quinto e nel sesto gioco la storia si ripete: 3/3. Un paio di giochi a 0 per chi è al servizio, poi Davidovich Fokina in battuta chiude a 30. Daniel serve sul 5/4 per l’avversario e cede il servizio a 15. Davidovich Fokina è il primo semifinalista.

Campo centrale: Monteiro Thiago – Ramos-Vinolas Albert 2/6 4/6

Sfida tra il numero 2 e il numero 8 del torneo. Ramos-Vinolas subisce subito un break, ma lo restituisce nel game successivo. Nel quarto gioco Monteiro si trova sotto 0-40 ma recupera con cinque punti consecutivi: 2/2. Nel gioco seguente è lo spagnolo ad annullare una palla break. Monteiro serve sul 2/3 e sulla palla break commette doppio fallo: 2/4. Albert tiene il servizio a 15; poi il brasiliano va in battuta si trova 30-40 e con un altro doppio fallo consegna il set a Ramos-Vinolas: 6/2. Nel secondo parziale Monteiro parte bene, brekkando l’avversario a 30. Nel secondo game Monteiro annulla ben cinque palle break: 2/0. Poi, dopo cinque giochi sostanzialmente dominati dal servizio, Monteiro va in battuta sul 4/3. Ma sul 40-40 perde il punto e poi commette doppio fallo: 4/4. Lo spagnolo tiene il servizio a 30 e poi, nonostante il brasiliano lotti strenuamente, annullando cinque palle break, riesce a vincere anche il gioco successivo, durato diciotto punti e a chiudere 6/4. Pronostico rispettato: Ramos-Vinolas, numero 2 del torneo, è in semifinale.

Campo centrale: Sonego Lorenzo – Travaglia Stefano 6/2 6/4

Sonego torna in campo e va in scena la sfida tra i due italiani rimasti in corsa. Nel primo gioco Travaglia perde il servizio a 15; nel secondo Sonego annulla una palla break: 1/1. Anche nel terzo game Travaglia deve fronteggiare un break point, ma questa volta lo annulla. Sul 3/1, invece Stefano si ritrova 30-40 e cede ancora il servizio: 4/1. Il set termina senza sussulti, con la vittoria di Sonego per 6/2. In apertura di secondo set si va sull’1/1, poi Travaglia deve fronteggiare, con successo, due break point. Lorenzo, invece, si fa sorprendere nel turno di battuta: 1/3 per il marchigiano. Immediato il controbreak, con Sonego che lascia l’avversario a 15. Si arriva sul 3/3, poi sul 4/4. Infine, Travaglia perde il servizio a 30 e Sonego nel suo turno in battuta non cede nemmeno un punto: 6/4 e secondo incontro vinto oggi dal torinese.

Campo centrale: Kohlschreiber Philipp – Andreozzi Guido 6/7 3/6

Fin dai primi giochi si preannuncia la partita più combattuta della giornata. Andreozzi deve subito annullare tre palle break; Kohlschreiber invece ne evita due. Nei quarto game sono altri due i break point per l’argentino, ancora non sfruttati: 2/2. Copione che si ripete nel sesto gioco, con Philipp che ne annulla altri due e si arriva al 3/3. Poi, per quattro giochi, è agevole il successo di chi è in battuta e il punteggio segna 5/5. A quel punto Guido perde il servizio a 0. Kohlschreiber in battuta, 30-30, sembra finita ma così non è: due punti dell’argentino e si va al tie-break. L’ultimo gioco vede l’allungo di Andreozzi dal 3-3 al 6-3, Kohlschreiber torna sul 6-6 ma due punti dell’argentino chiudono il set. Il tedesco accusa il colpo e nei primi tre giochi del secondo set perde i suoi due turni di servizio: 0/4. Kohlschreiber annulla tre palle break e si porta sul 2/5. Andreozzi serve per il match, ma cede il servizio a 15. La partita può riaprirsi e va in scena un gioco combattutissimo, che dura ventotto punti: Kohlschreiber annulla cinque palle match, ma alla sesta cede. Andreozzi si impone per 6/3 e domani sarà in campo sia per la semifinale del singolo che per quella del doppio.

Singolo, ottavi di finale:
Sonego Lorenzo (ITA, 1) b. Vesely Jiri (CZE, 16) 6/7 7/6 7/5

Il tabellone del singolo, quarti di finale:
Sonego Lorenzo (ITA, 1) b. Travaglia Stefano (ITA, 6) 6/2 6/4
Andreozzi Guido (ARG, 10) b. Kohlschreiber Philipp (GER, 4) 7/6 6/3
Davidovich Fokina Alejandro (ESP, 11) b.  Daniel Taro (JPN, 14) 6/4 6/4
Ramos-Vinolas Albert (ESP, 2) b. Monteiro Thiago (BRA, 8) 6/2 6/4

Il tabellone del doppio, quarti di finale:
Behar Ariel / Escobar Gonzalo (URU/ECU) b. Middelkoop Matwe / Zelenay Igor (NED/SVK, 1) 6/3 6/3
Andreozzi Guido / Molteni Andres (ARG/ARG, 3) – Bagnis Facundo / Travaglia Stefano (ARG/ITA)