Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

280 milioni generati e 1800 posti di lavoro: ecco l’impatto economico di Costa su Genova

Lo studio è stato presentato durante il Salone Nautico

Più informazioni su

Genova. Nel capoluogo ligure nel 2018 Costa ha generato un impatto economico di oltre 280 milioni di euro con più di 1.800 posti di lavoro. Un ulteriore incremento è previsto nel 2019 grazie a Costa Fortuna, che da fine marzo è tornata a fare scalo a Genova, tutti i venerdì, portando un traffico di 170.000 passeggeri movimentati, che saliranno a 185.000 nel 2020 grazie all’impiego di Costa Pacifica al posto di Costa Fortuna.

È quanto emerge dallo studio, realizzato da Deloitte & Touche, Università di Genova e Università di Amburgo, che fotografa l’impatto economico della compagnia crocieristica in Europa.
Il contributo fornito all’Italia è pari a oltre 3,5 miliardi di euro e circa 17.000 posti di lavoro. La Liguria è la regione che trae i maggiori benefici dalla presenza di Costa, con circa 500 milioni di ricaduta.

Le crociere confermano il loro contributo positivo per anche per l’economia europea. In particolare il Gruppo Costa Crociere, leader nel settore in Europa e in Cina con 3,2 milioni di ospiti, nel 2018 ha generato un impatto economico totale di 12,6 miliardi di euro in Europa, creando oltre 63.000 posti di lavoro.

Generica

Lo studio è stato presentato oggi al Salone Nautico di Genova, con la partecipazione del Sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, On. Roberto Traversi, dell’Assessore alla Comunicazione, Formazione, Politiche giovanili della Regione Liguria, Ilaria Cavo, del Sindaco di Genova, Marco Bucci, del Sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio, del Segretario Generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, Marco Sanguineri, e del Presidente di Confitarma, Mario Mattioli.

La costruzione di nuove navi nei cantieri è l’attività maggiormente rilevante sul piano dell’impatto economico a livello europeo del Gruppo Costa, con circa 4,5 miliardi di euro e oltre 20.000 posti di lavoro, grazie a un piano di espansione della flotta che prevede l’arrivo di 7 nuove navi entro il 2023, di cui due già entrate in servizio. Particolarmente rilevante è, inoltre, quanto direttamente generato dalla spesa degli ospiti nelle varie tappe della crociera, pari ad un valore medio di 74,60 euro a passeggero in ogni porto europeo toccato dalle navi della compagnia. Parallelamente, a conferma dell’importanza del settore nella promozione turistica del territorio, il 60% degli ospiti dichiara di voler tornare nelle destinazioni visitate.