Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Terminata la demolizione della pila 2. Ponte Morandi non c’è più fotogallery

Entro settembre tutta l'area sarà liberata dalle macerie

Genova. A meno di due giorni dall’anniversario del tragico crollo, è stata ultimata la demolizione di quello che rimaneva di Ponte Morandi, con l’abbattimento totale della pila 2.

pila due demolizione

A dirlo Vittorio Omini, direttore tecnico del cantiere di demolizione, che ha portato la notizia ai giornalisti a margine dell’inaugurazione del by pass di via Porro.

“Al momento sono stati rimossi e spostati 15 mila metri cubi di materiale su circa 35 mila tra monconi abbattuti con esplosivo e palazzi demoliti” ha proseguito Omini. Ancora da iniziare le operazioni sul cavalletto della pila 10, su cui bisognerà attendere il via libera dei periti. “Quando arriverà – prosegue Omini – sarà necessaria una ventina di giorni”. I detriti della pila 10 sono quelli che insistono ancora su via Fillak. L’azienda conta di liberare definitivamente il cantiere entro la fine di settembre.

“La demolizione del Ponte Morandi è ufficialmente finita. Da oggi si parlerà solo della ricostruzione già cominciata. E a primavera, come promesso, Genova riavrà il suo viadotto. In Liguria si mantengono le promesse!”, afferma il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti. Soddisfatto anche il sindaco di Genova Marco Bucci che ha avuto la notizia praticamente in diretta.

E così, dopo 363 giorni dalla più grande tragedia infrastrutturale italiana del dopoguerra, si completa la demolizione del viadotto conosciuto come Ponte Morandi: per Genova, quindi, si volta pagina, mentre per la storia rimarrà indelebile la parabola di un’opera nata come simbolo della capacità ingegneristica e dello slancio economico di un paese, ma finita tristemente come icona della tragedia. Tragedia per cui si attende ancora giustizia.