Quantcast
Corinaldo

Strage al concerto di Sferaebbasta, in manette la gang di rapinatori con lo spray: un fermato a Sestri Levante

Nelle intercettazioni si parla di concorrenza con un gruppo di “genovesi”

Generica

Genova. Sono sette le persone, quasi tutti residente nel modenese – 6 giovanissimi tra i 19 e i 22 anni e un ricettatore di 65anni – arrestati dai carabinieri per la strage di Corinaldo, quando – nella notte del 7 dicembre scorso – 5 ragazzino e una mamma morirono nella calca uscendo dalla discoteca Lanterna Azzurra.

I 7 arrestati, ora in carcere, sono accusati di omicidio preterintenzionale e lesioni, furti e rapine. Le loro vittime erano i frequentatori di concerti e discoteche. Entravano nei locali e utilizzavano lo spray al peperoncino per creare confusione e agire indisturbati. Portavano via collanine e altri oggetti di valore. g

Oltre alla presenza di uno degli arrestati a Sestri Levante, dalle intercettazioni emerge la rivalità tra il gruppo di modenesi con “i genovesi” e i torinesi, evidentemente un’altra banda attiva.

I 6 giovani finiti in carcere: Ugo Di Puorto, 19 anni, di San Prospero (Modena), Raffaele Mormone, 19 anni, di San Cesario sul Panaro (Modena), Badr Amouiyah, 19 anni residente a San Prospero, Andrea Cavallari, 20 anni, di Bomporto (Modena), Moez Akari, 22 anni, residente a Castelnuovo Ranone (Modena), Sohuibab Haddada, 21 anni, residente a Bomporto, il presunto ricettatore è invece il 65enne Andrea Balugani, di Castelfranco Emilia.

Più informazioni