Quantcast
Ci siamo?

Sampdoria, “ghe semmu”?

A quando il Vialli day?

vialli

Genova. Goccia dopo goccia, il secchio si riempie… si tratta solo di avere pazienza, “tantu a veitae e l’euio vegnan de lungu a galla” e poi per dirla alla Jerry Calà, sarà “libidine, doppia libidine, libidine coi fiocchi”… con “Vialli for President”.

Nell’attesa, il mercato Sampdoria si muove solo nel comparto giovani… vediamo quali sono le notizie, partendo dalle ufficialità:

Erasmo Mulè è stato ceduto a titolo definitivo alla Juventus, si presume a completamento dell’operazione Audero-Peeters.

Marco Pompetti (classe 2000) è stato acquistato dall’Inter a titolo temporaneo, con diritto di opzione e contro-opzione.

João Miguel Vieira Nobrega è andato in prestito al Paços de Ferreira (Portogallo), cui è stato concesso il diritto di riscatto.

Idir Boutrif ha firmato per il Royal Excelsior Virton, che milita nella seconda divisione belga.

João Claudio Gomes Ricciulli è passato definitivamente alla Vis Pesaro, dove potrebbe raggiungerlo, in prestito, anche Ognjen Stijepović.

Passando alle voci, in Brasile, si parla di un interessamento del Doria per Pedro Guilherme Abreu dos Santos, attaccante del Fluminense, dal goal facile, seguito pure dal CSKA Mosca, dopo che Roma e Milan lo avevano monitorato in passato. Da Rio de Janeiro (Fluminense) a Santos, per parlare di un ritorno di fiamma su Kaique Rocha Lima, che già aveva sostenuto le visite mediche a Genova.

Secondo radiomercato, l’arrivo allo Zenit San Pietroburgo, da Barcellona, di Malcom, potrebbe liberare Emiliano Rigoni, a quanto pare apprezzato da mister Di Francesco, mentre sembra chiusa la pista Cristian Pavón, dato vicino al Los Angeles Galaxy, ma ancor più ai francesi del Bordeaux.

Restando nella Gironda, risulta tutt’altro che abbandonata la pista François Kamano, attaccante guineano, per l’appunto dei girondini, ma non è da escludere la possibilità di vedere in blucerchiato Hatem Ben Arfa, la cui classe potrebbe nascondere i problemi di età (è del 1987). Il franco tunisino, gran controllo palla, può giocare in svariate posizioni del campo, ivi compresa quella sulla fascia avanzata del 4-3-3, dove può dare libero sfogo al suo ficcante dribbling.

In uscita, infine, sembra essere Jacopo Sala (nel trio di terzini destri, con Bartosz Bereszyński e Fabio Depaoli) quello con più chance di cambiare squadra (Parma?).