Quantcast
Conferme

Ponte Morandi, le immagini e lo studio della Nasa: “Deformazioni dal 2015”

L'istituto spaziale ha inviato i risultati della ricerca alla procura genovese

Ponte Morandi monconi est ovest pile pila 15 aprile cantieri lavori

Genova. La struttura di Ponte Morandi ha iniziato a deformarsi in modo significativo dal 2015 e negli ultimi mesi di vita della struttura il movimento è aumentato.

Sono queste, in sintesi le risultanze di uno studio del Jet propulsion laboratory di Pasadena inviato alla procura genovese. “E’ stato scoperto il precursore deformativo del ponte Morandi” – ha detto Carlo Terranova, geologo del Ministero dell’ambiente che ha preso parte al gruppo di lavoro mettendo a disposizione i dati storici del satellite radar Cosmo-SkyMed.

Elaborando le immagini del satellite con una metodologia in grado di cogliere gli spostamenti della struttura la Nasa ha studiato l’evoluzione del ponte e concludendo che se quei dati fossero stati elaborati e sfruttati per lanciare un alert il disastro del 14 agosto 2018 si sarebbe forse potuto evitare. La procura di Genova dal canto suo aveva già chiesto all’Asi, l’agenzia spaziale italiana le serie storiche dei dati satellitari.

Più informazioni
leggi anche
  • Analisi satellitare
    Ponte Morandi, nessuna deformazione prima del crollo. Il nuovo studio del Cnr-Irea
    Ponte Morandi Marcianò indagato per diffamazione