Quantcast
Un anno dopo

Ponte Morandi, la commemorazione del 14 agosto vicino alla futura pila 9: previsti 450 familiari delle vittime

La pila sarà alta 26 metri ma non completata come ipotizzato nei giorni scorsi. Pronta a entrare in azione la protezione civile per assistere la popolazione in caso fosse molto caldo

Generica

Genova. Sono oltre 450 i familiari delle vittime di ponte Morandi che il 14 agosto parteciperanno alla commemorazione a un anno dal disastro. Il Comune di Genova in questi giorni è impegnato nell’organizzazione della giornata per consentire, soprattutto a coloro che più sono stati toccati dalla tragedia, di poter ricordare i propri cari. “Sono in molti a voler partecipare a un momento che sarà di commemorazione e commozione – dice il sindaco e commissario per la ricostruzione Marco Bucci – di sicuro quel giorno sarà messo da parte ogni aspetto autocelebrativo”.

La cerimonia si svolgerà davanti alla futura pila 9 del nuovo ponte che sarà già alta 26 metri, ma non ancora completata. “In cima isseremo una bandiera di Genova”, dice Bucci. Alle 10 si terrà la messa celebrata dall’arcivescovo di Genova e presidente dei vescovi europei Angelo Bagnasco.

Subito dopo alcuni discorsi ufficiali e poi alle 11e36, momento del crollo, un minuto di silenzio, mentre le campane della diocesi suoneranno a lutto. Per familiari e autorità ci sarà spazio dentro un capannone. Le altre persone potranno seguire la cerimonia su un maxi schermo in via 30 giugno.

La protezione civile sarà pronta a entrare in azione per distribuire acqua ai cittadini che parteciperanno, in caso di bisogno. Confermata al momento la presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dei ministri Salvini, Di Maio, Bonisoli e Toninelli. Assai probabile ma non ancora ufficializzata quella del premier Giuseppe Conte. “E’ importante il fatto che ci siano perché significa che continua a esserci grande attenzione su Genova”, conclude il sindaco.

(foto: consorzio PerGenova)

Più informazioni
leggi anche
  • Cuore grande
    Un volo sull’elicottero della polizia: il sogno di Mirko, vittima del Morandi, realizzato dalla madre
    Generica