Piaggio Aerospace e Aviation, l'azienda ha depositato il piano di rilancio - Genova 24
Entro i termini

Piaggio Aerospace e Aviation, l’azienda ha depositato il piano di rilancio

Piaggio P1HH

Villanova D’Albenga. Il commissario straordinario di Piaggio Aerospace Vincenzo Nicastro, ha reso noto che, come previsto dalla cosiddetta legge Marzano, il programma per il rilancio di Piaggio Aerospace e Piaggio Aviation – entrambe in amministrazione straordinaria – è stato depositato presso il ministero dello Sviluppo economico prima del termine di scadenza previsto.

Lo rende noto la società ricordando che nel giugno di quest’anno, il commissario Nicastro aveva ottenuto l’autorizzazione a portare la data ultima per il deposito, appunto, al 30 agosto. L’esecuzione del programma deve essere autorizzata dal ministero dello Sviluppo Economico.

Legato al piano anche il decreto ministeriale per l’acquisto dei droni P1hh. Il decreto del ministero della Difesa di concerto con il ministero dell’Economia e delle finanze sarebbe in attesa solo della delibera del parere delle competenti commissioni Difesa di Camera e Senato.

“Dopo aver richiesto e atteso per mesi e mesi un piano di rilancio di Piaggio, notiamo con soddisfazione che il commissario straordinario a poche ore dalla scadenza abbia depositato il tanto sospirato documento presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Ora però bisogna fare in fretta, non possiamo permetterci di attendere i tempi biblici a cui ci hanno abituato il Mise e il ministero della Difesa. Non si può più giocare sulla pelle dei lavoratori”, è il commento dell’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti.

“La preoccupazione dei lavoratori è la nostra – continua Benveduti – Non può essere altrimenti, vista l’incertezza politica verso cui ci stiamo dirigendo. Sarebbe utile sapere dal governo che si sta formando il ruolo che giocherà, da qui ai prossimi anni, un’eccellenza come Piaggio nell’importante settore della Difesa. È opportuno non solo tutelare l’occupazione e il know-how tecnologico di cui gli stabilimenti produttivi dispongono, ma evitare qualsivoglia ipotesi spezzatino ventilata nei mesi scorsi”.

I sindacati aspettano intanto la convocazione dell’incontro a Roma prima di valutare positivamente la presentazione del piano.

Nel tavolo al Mise sulla crisi Piaggio era emerso l’impegno per commesse dalla Difesa da 700 milioni di euro complessivi per il gruppo aerospaziale. I contratti per la manutenzione motori e la fornitura delle parti di ricambio sono già stati firmati, per un valore di 167 milioni. Il più significativo per 129 milioni sulla manutenzione dei motori sugli aerei MB-339, tra l’altro utilizzati dalle Frecce Tricolori.

A inizio mese Piaggio Aero ha annunciato di essersi aggiudicata un contratto per 12,6 milioni per la manutenzione degli aerei da trasporto executive P180 di proprietà di Enav, la società che gestisce il traffico aereo civile in Italia.

Più informazioni
leggi anche
Piaggio P1HH
Iter
Piaggio Aerospace, acquisto droni: parere favorevole anche dalla commissione Difesa della Camera