Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Dopo 9 anni di attesa ultimato il parcheggio di interscambio di Di Negro (e per un po’ sarà gratis)

Gratis per i titolari di abbonamento Amt, 6 euro per 24 ore con biglietti bus e metropolitana compresi

Genova. Nove anni di “lavori in corso”. Che veramente “in corso” non erano, bloccati da fallimenti, ricorsi, mancanza di pianificazione, troppa pianificazione. Però adesso c’è tutto: l’asfalto nuovo, le piastrelle, le aiuole, gli stalli disegnati. Non proprio tutto: le colonnine per il pagamento e la sbarra non sono ancora pronte. Quindi, fino ad allora, il parcheggio è gratis. Sì, avete letto bene. Gratis.

Siamo in via Buozzi, a Di Negro. Tra la stazione marittima delle crociere e il terminal traghetti. E’ stato inaugurato oggi, con tanto di transenna spostata come da tradizione della giunta Bucci dagli assessori Balleari e Fanghella, il secondo lotto del parcheggio d’interscambio a Di Negro, lato mare, accanto all’ingresso della fermata della metropolitana.

Oltre a quelli già esistenti dal febbraio 2017, ci saranno 32 parcheggi in più, di cui uno dedicato a disabili. Il costo dell’ampliamento: 600 mila euro derivati dalle risorse stanziate per Genova dopo il crollo del Morandi. I lavori sono stati eseguiti da Aster.

Tariffe. Nella fase iniziale, come dicevamo, il parcheggio d’interscambio sarà gratuito. Poi resterà gratuito, per 24 ore dall’ora di ingresso, per i titolari di abbonamenti Amt (annuali e mensili, anche agevolati), costerà 6 euro ogni 24 ore, comprensivo di un biglietto per una persona da usare per 24 su mezzi Amt, per la permanenza oltre le 24 ore si pagherà a partire da 50 centesimi all’ora.

I parcometri potranno emettere anche biglietti Amt. “Questa zona sarà completamente riqualificata – dicono gli assessori Fanghella e Balleari – quando Autorità portuale completerà la rampa di collegamento con la stazione marittima, ma finalmente il parcheggio è realtà, il marciapiede non è più interrotto e i turisti non sono obbligati a muoversi in mezzo alla strada con zaini e trolley”.