Quantcast
Il caso

Commercialista condannata perché non versò le tasse dei suoi clienti, ma i pagamenti risultano

Il legale della professionista di Sestri Ponente: "L'amministrazione pubblica si metta una mano sulla coscienza"

agenzia entrate

Genova. Il tribunale civile di Genova ha ordinato all’Agenzia delle entrate di fornire l’elenco dei versamenti effettuati dal 2008 al 2013 dalla commercialista Luigina Cristilli con i moduli F24 e F23. “Da quegli elenchi che ci sono stati consegnati è emerso che la Cristilli ha versato le tasse dei suoi clienti”, dice il legale della donna, l’avvocato Giuseppe De Gregori.

La vicenda riguarda la professionista di Sestri Ponente indagata e condannata in appello a 2 anni e 4 mesi accusata di essersi appropriata di circa 14 milioni di euro che i suoi clienti le avevano consegnato per pagare le tasse. La donna ha sempre sostenuto che i versamenti li aveva fatti ma che non risultavano al fisco a causa di un problema al suo server durante il trasloco da uno studio all’altro.

La vicenda era emersa nel 2012 quando una serie di commercianti e privati cittadini si erano visti recapitare alcune cartelle da parte dell’Agenzia delle entrate per mancati pagamenti di tasse. “Le cartelle ormai sono partite – conclude il legale – e anche i ricorsi alle commissioni tributarie sono state respinte. Ma dai documenti consegnati risulta che quelle tasse sono state pagate. Adesso l’amministrazione pubblica dovrebbe mettersi una mano sulla coscienza e fare la sua parte”.

Più informazioni