Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cep, dopo il furto al don, la comunità si organizza in aiuto. L’evento del circolo Pianacci

I fondi saranno devoluti per rimpinguare la cassa destinata ai bisognosi

Genova. Circa un mese fa, mentre Don Giorgio celebrava la S.Messa, qualcuno si è intrufolato nella segreteria della Parrocchia Maria Madre del Buon Consiglio, in via Cravasco, ed ha sottratto oltre 1.500 euro,

La risposta della comunità non si è fatta attendere grazie all’intervento del circolo Pianacci che ha preparato la risposta al brutto gesto.

I soldi, infatti, eranocustoditi dal Parroco in vista di alcuni impegni che avrebbe dovuto assolvere il giorno successivo: pagare alcune bollette a famiglie in difficoltà, affrontare le tante incombenze che fanno capo ad una parrocchia di periferi.

“La nostra Associazione si è proposta per allestire iniziative che potessero rimediare, in toto o in parte, a quanto sottratto in modo così ignobile – scrivono sul sito internet – insieme altre due importanti (e molto attive) realtà del nostro quartiere, il Comitato di via Cravasco (“ComiCrava”) e la Pubblica Assistenza “Ponente Soccorso Misericordia”.

Si sono identificate due vie: un evento pubblico che potesse richiamare, in modo festoso, per una sera, tutti coloro che vogliano esprimere in modo concreto la loro solidarietà verso Don Giorgio ed un intervento che possa tutelare Don Giorgio anche in sua assenza.

Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto il Circolo Pianacci ha messo a disposizione alcune telecamere da poco dismesse ma ancora più che idonee al tipo di video sorveglianza necessaria alla Parrocchia, oltre ad un videoregistratore a 24 canali in grado di agire 24 ore su 24, conservando per diversi giorni le immagini registrate.

Per quanto riguarda invece l’evento per raccogliere fondi e “risarcire” Don Giorgio è stata identificata la data del 31 agosto: il PalaCep ( presso il Circolo Pianacci, via della Benedicta 14/16) ospiterà una serata danzante, condotta (a partire dalle ore 21) da Elena Lazzari che si è resa disponibile, gratuitamente, per la nobile causa.

“Gli instancabili volontari del ComiCrava si occuperanno della parte gastronomica, consentendo (a partire dalle ore 19) di poter cenare all’aperto, in un contesto piacevole, in attesa della serata danzante – aggiungono – Ai partecipanti sarà richiesta un’offerta libera che, con un minimo di 5 euro, consentirà di partecipare anche alla ricca sottoscrizione a premi allestita dagli organizzatori2.

Inoltre, a seguito di alcune richieste è stata aperta una raccolta fondi per chi vuole contribuire a questa causa, anche indipendentemente dalla partecipazione all’evento del 31 agosto. Chi desidera farlo può inviare un messaggio privatamente alla pagina Facebook del ComiCrava e riceverà il codice Iban di Don Giorgio della Parrocchia Maria Madre del Buon Consiglio.