Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Anniversario del crollo del Morandi: alle 11.36 la città si ferma: le informazioni pratiche (e non solo) per partecipare al cordoglio della città

La cerimonia istituzionale comincia alle 10 con la messa. Alle 11.36 la città si ferma. Al pomeriggio i parenti delle vittime ricorderanno in forma privata

Più informazioni su

Genova. Oltre 300 giornalisti accreditati, circa 200 uomini delle forze dell’ordine a presidiare la zona, 460 posti a sedere nel capannone dove sta sorgendo la nuova pila 9 del ponte Morandi che assisteranno alla commemorazione ufficiale. Di questi posti 185 saranno occupati dai famigliari delle vittime. i restanti dal mondo politico e istituzionale genovese, ligure e soprattutto romano vista la presenza di una decina di ministri con tanto di portaborse e seguiti vari. Sono alcuni dei numeri previsti per la cerimonia ufficiale in ricordo della tragedia del ponte Morandi.

Oltre al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ci saranno infatti il presidente del Consiglio Giuseppe Conte , i vice premier Salvini e Di Maio, i ministri Toninelli, Bonisoli, Tria e Stefani.

L’arcivescovo di Genova, il cardinale Angelo Bagnasco, officerà alle ore 10 una messa in suffragio. Ci saranno poi gli interventi istituzionali del sindaco di Genova Marco Bucci, del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, dei parenti delle vittime e del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Alle 11.36 esatte, la città si fermerà per un minuto di raccoglimento. Suoneranno le campane di tutte le chiese cittadine e le sirene delle navi in porto fischieranno in contemporanea in ricordo delle 43 vittime.

Una giornata di lutto e cordoglio cittadino e non solo, al di là delle passerelle. Il sindaco Buci ha invitato infatti tutti i genovesi a partecipare con un momento di raccoglimento al ricordo della tragedia, ovunque si trovino.

Ma ecco le informazioni pratiche per chi vorrà assistere alla cerimonia

Come assistere alla cerimonia
L’accesso al capannone dove verrà celebrata la messa è riservato, ma i genovesi potranno comunque prendere parte al momento di raccoglimento. Verranno infatti posizionati due maxi schermi sul lato nord e sul lato sud di via 30 Giugno grazie ai quali sarà possibile seguire la Messa e gli interventi delle autorità.

Per agevolare l’accessibilità ai partecipanti il centro commerciale La Fiumara ha messo a disposizione a partire dalle 6 di mattina il proprio parcheggio che funzionerà dunque da vero e proprio parcheggio di interscambio. L’Amt ha infatti raddoppiato – dalle ore 7.30 fino alla fine della manifestazione – le corse della linea 63 e i cittadini potranno raggiungere l’area della cerimonia utilizzando la fermata di via Pieragostini.

Anche il servizio della metropolitana verrà intensificato: a partire dalle ore 8 del mattino i convogli transiteranno con una frequenza di soli 5 minuti e i genovesi dall’uscita della stazione di Brin potranno raggiungere il luogo della manifestazione con un percorso pedonale che da via Fillak e via Campi conduce, grazie ad una passerella, in via 30 Giugno.

Per garantire l’accessibilità e la sicurezza dei partecipanti, sono state inoltre modificate la sosta e la viabilità in alcune strade, quali via 30 Giugno, via Greto di Cornigliano, via Tea Benedetti, via Perlasca, via Bagnasco, secondo le modalità di seguito elencate, comprese le operazioni di preparazione, già a partire da martedì 13 agosto.

Gli appuntamenti non istituzionali
Accanto alla cerimonia ufficiale ci saranno altre occasioni per commemorare chi ha perso la vita il 14 agosto di un anno fa. A Certosa, sotto il ‘ponte di ferro’ si riunirà come sempre l’associazione degli ex sfollati. Alle 9 in piazza Petrella, sempre a Certosa, lo faranno i commercianti. Mentre nel pomeriggio, alle 17, alcuni parenti delle vittime si stringeranno in una commemorazione privata, senza autorità, nei pressi della pila 9. A seguire  consegneranno alcune targhe ai soccorritori in via Narisano negli uffici del municipio.

La viabilità
* via 30 Giugno in entrambe le direzioni nel tratto compreso tra ponte Mons. Romero e Via Sandonà di Piave e via Al Ponte Polcevera nel tratto che adduce alla via 30 Giugno stessa è istituito il divieto di circolazione e sosta veicolare con rimozione coatta dei veicoli inadempienti dalle ore 21,00 di martedì 13 agosto alle 14,00 di mercoledì 14 agosto;
* via Greto di Cornigliano, è istituito dalle ore 00,00 alle ore 14,00 di mercoledì 14 agosto il divieto di circolazione e di sosta veicolare con rimozione coatta dei veicoli inadempienti.
* via Tea Benedetti, in entrambe le direzioni, nel tratto compreso tra Ponte Mons. Romero e via Bagnasco, è istituito il divieto di circolazione dalle ore 7,00 alle ore 14,00 di mercoledì 14 agosto;
* via Perlasca nel tratto compreso tra Ponte di Cornigliano e Ponte Mons. Romero, è istituito il divieto di circolazione dalle ore 7,00 alle ore 14,00 di mercoledì 14 agosto;
* via Bagnasco nel tratto compreso tra via Bianchi e via Tea Benedetti, è istituito il senso unico di marcia in direzione ponente-levante dalle ore 7,00 alle ore 14,00 di mercoledì 14 agosto. Ciò al fine di una migliore gestione della viabilità inerente la circolazione veicolare della zona interessata dalle modifiche alla viabilità.
* in Via Renata Bianchi, per i veicoli provenienti da mare, giunti all’intersezione con via Perini è istituito l’obbligo di svolta a sinistra.