Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Turismo, Confartigianato sottoscrive il nuovo Patto per il lavoro Bonus per le assunzioni

Tra le azioni previste, un nuovo avviso per la concessione di bonus assunzionali da 3 mila a oltre 6 mila euro, con impegno di 4 milioni di euro di fondi Fse

Più informazioni su

Genova. «Dopo gli ottimi risultati del primo accordo, con mille contratti della durata minima di otto mesi, sottoscriviamo insieme il nuovo Patto per il lavoro, allargato per la prima volta anche ai settori delle gelaterie e delle pasticcerie. Un’opportunità per due settori importanti della nostra economia regionale».

È questo il commento di Gianni Berrino, assessore al Lavoro e Turismo della Regione Liguria e di Luca Costi, segretario regionale di Confartigianato Liguria, durante la sottoscrizione del nuovo Patto del lavoro nel settore del Turismo. Tra le azioni previste, un nuovo avviso per la concessione di bonus assunzionali da 3 mila a oltre 6 mila euro, con impegno di 4 milioni di euro di fondi Fse. I bonus hanno un importo variabile in relazione alla tipologia contrattuale di assunzione ed è previsto un sistema di premialità.

Inoltre è stata introdotta una quota di riserva pari a 300 mila euro a favore di tutte le imprese che provvedano all’assunzione degli allievi formati nei percorsi formativi per le professioni del turismo e ai quali sia stato rilasciato l’attestato di qualifica, specializzazione o frequenza. La novità riguarda le imprese della ristorazione con somministrazione, gelaterie e pasticcerie, bar e altri esercizi simili senza cucina, che potranno anch’esse presentare istanza per le assunzioni. In particolare, le pasticcerie e gelaterie liguri sono 1.365, di cui 593 a Genova, 188 a Imperia, 201 alla Spezia e 383 a Savona.

Continuano a essere beneficiarie dei bonus le imprese dei seguenti settori: alloggio, alberghi, villaggi turistici, ostelli della gioventù, rifugi di montagna, colonie marine e montane, affittacamere per brevi soggiorni, case e appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence, attività di alloggio connesse alle aziende agricole, aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte, gestione di vagoni letto, alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero e gestione di stabilimenti balneari: marittimi, lacuali e fluviali. Le imprese potranno far richiesta dei bonus per assunzioni effettuate a partire dall’1 aprile 2019.