Quantcast
Attenzione

Prevenzione incendi, carabinieri forestali: due roghi provocati da incauto uso di strumenti di taglio del ferro

Anche quando non vige lo stato di grave pericolosità si possono creare fiamme potenzialmente pericolose

sorvolo boschi

Genova. Con l’arrivo del periodo di maggior rischio, i carabinieri forestali della Provincia di Genova hanno intensificato i controlli sui comportamenti pericolosi ed illeciti causa di incendio boschivo. La scorsa settimana è già stato effettuato un servizio coordinato con pattuglie a terra e con l’ausilio del 15° nucleo elicotteri carabinieri di Villanova d’Albenga che ha fornito il supporto aereo per l’avvistamento di eventuali accensioni fuochi o comportamenti che non rispettassero distanze o accorgimenti previsti dalle leggi vigenti. Fortunatamente non sono state riscontrate infrazioni anche se sono state rilevate altre possibili violazioni a norme ambientali che saranno oggetto di approfondimento investigativo.

Nonostante ciò, il 24 e il 25 luglio scorso si sono verificati in Provincia di Genova ben due incendi boschivi colposi, spenti piuttosto rapidamente, cagionati dall’uso incauto di strumenti di taglio del ferro. I responsabili sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria.

Si ricorda che, anche quando non vige lo stato di grave pericolosità, le cautele nell’uso di apparecchiature che producono fiamme o scintille dev’essere massimo in presenza di vegetale. Le cautele sono sempre obbligatorie anche per l’accensione di fuochi di ripulitura per cui la norma regionale prevede distanze minime dal bosco da non superarsi, azioni di prevenzione da prendere prima dell’accensione, nonchè il divieto assoluto quando spira vento e col buio.

Più informazioni