Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ponte Per Genova, lunedì e mercoledì notte trasporto eccezionale dei pezzi del nuovo viadotto

Il traffico potrà subire rallentamenti a seconda del passaggio dei carrelli

Genova. Proseguono i trasporti eccezionali per portare in cantiere gli elementi del nuovo Viadotto Polcevera, arrivati via mare a Genova.

Questa settimana i trasporti saranno così composti:
lunedì notte 22/07 ore 23.00 primo trasporto stradale con N. 5 Conci
mercoledì notte 24/07 ore 23.00 secondo trasporto stradale con N. 4 Conci

I conci, caricati su appositi carrelli stradali, si muoveranno partendo dalla banchina di Ansaldo Energia e seguendo l’asse: Via della Superba – via Tea Benedetti – via Renata Bianchi – via Perini – ingresso in cantiere. I convogli saranno scortati da pattuglie della Polizia Municipale e vetture di supporto tecnico. Il traffico potrà subire rallentamenti a seconda del passaggio del trasporto eccezionale.

A Genova sono arrivati 15 elementi di acciaio, che hanno viaggiato accatastati in 3 gruppi. 10,5×15 metri la grandezza di ciascun elemento. 50 tonnellate circa, il peso di ciascun elemento (per le prossime spedizioni si attendono componenti anche più pesanti fino a 100 tonnellate)

I conci in acciaio vengono realizzati negli stabilimenti Fincantieri di Castellammare di Stabia, a partire da lamiere piane, sulle quali si eseguono lavori di taglio, di saldatura e di modellatura, così da ottenere la forma finale che viene successivamente trasportata nel cantiere

Ogni pezzo è stato sottoposto a un ciclo di protezione ad altissima durabilità e ha superato tutti i test qualitativi e artistici prima dell’imbarco. Gli elementi sono stati caricati sulla chiatta che li ha trasportati a Genova grazie a gru di grandi dimensioni disponibili nel cantiere campano

Lo scarico a Genova è avvenuto utilizzando speciali carrelli modulari semoventi radiocomandati. Nell’area di pre-assiemaggio allestita in cantiere, verrà montato l’impalcato, attraverso lavori di saldatura e bullonatura. Completate le attività di assiemaggio, ogni elemento viene varato in quota nella posizione finale. Una volta che questi sono in quota, vengono effettuati gli ultimi collegamenti.